Una gara pazza, tra pioggia, safety car, bandiera rossa e ripartenza, non poteva non avere una coda. La classifica del GP di Imola è così cambiata nuovamente dopo la bandiera a scacchi in seguito ai provvedimenti assunti dai commissari di gara per alcune irregolarità ravvisate nel corso del Gran Premio. Ne fa le spese Stroll, che perde una posizione a favore di Gasly che sale in settima posizione, ma soprattutto Kimi Raikkonen, che scivola fuori dalla zona punti dove finiscono entrambe le Alpine, con Ocon nono e Alonso decimo.

Stroll è stato penalizzato di 5 secondi per "aver lasciato il tracciato ottenendo così un vantaggio", mentre  è stata più pesante la sanzione comminata a Raikkonen: 30 secondi di penalità a causa del mancato rispetto delle regole in occasione della ripartenza dopo la bandiera rossa. Raikkonen è andato in testacoda mentre era in coda dietro la safety car e ha successivamente ripreso la sua posizione in modo non consentito. Secondo le regole, il pilota finlandese sarebbe dovuto ripartire dai box. La penalità, che in gara si sarebbe tradotta in uno stop&go di 10 secondi, è stata tradotta in 30 secondi da aggiungere al tempo di arrivo. Una decisione che ha regalato il primo punto della stagione a Fernando Alonso, 10° nella classifica finale dopo lo sfortunato risultato nel primo GP stagionale in Bahrein, quando fu costretto al ritiro a causa dell'incarto di un panino finito nei freni.

Classifica GP Imola: ordine di arrivo

  1. Verstappen (Red Bull)
  2. Hamilton (Mercedes) +21″5
  3. Norris (McLaren) +23″5
  4. Leclerc (Ferrari) +24″4
  5. Sainz (Ferrari) +26″8
  6. Ricciardo (McLaren) +48″2
  7. Gasly (AlphaTauri) +50″1
  8. Stroll (Aston Martin) +49″4
  9. Ocon (Alpine) +63″2
  10. Alonso (Alpine) +64″6