"Ognuno di noi se si prepara nella sua vita può raggiunge risultati impossibili". Eliud Kipchoge ha celebrato con queste parole la storica impresa sportiva di correre una maratona (42,195 km) in meno di due ore. Un risultato eccezionale quello del campione olimpico keniota che sulle strade di Vienna ha abbattuto un limite considerato fino a poco tempo fa insuperabile, diventando il più grande maratoneta di tutti i tempi

Eliud Kipchoge e la maratona sotto le due ore

Eliud Kipchoge è riuscito nella sua missione. Sul tracciato studiato appositamente per lui al Prater di Vienna, l'atleta africano è riuscito a completare con il tempo di 1'59"40, i 42,195 km della maratona della Ineos 1:59 Challenge. Grazie all'assistenza di 36 "lepri", il classe 1984 ha abbattuto per la prima volta nella storia il muro delle due ore, ottenendo un risultato eccezionale (che però non sarà omologato in quanto non riconosciuto dalla Iaaf e realizzato in condizioni privilegiate).

Il messaggio di speranza di Eliud Kipchoge dopo la maratona

Ha scritto il suo nome nella storia dello sport Eliud Kipchoge che subito dopo aver tagliato il traguardo ha celebrato il risultato eccezionale con la bandiera keniota. Le sue parole sono un messaggio di speranza per tutti, con l'invito a credere nelle proprie possibilità: "Ognuno di noi se si prepara nella sua vita può raggiunge risultati impossibili. Volevo ispirare tante persone, nell'idea di spingersi oltre i limiti umani, ci ho provato tante volte e questa volta ci sono riuscitoCi sono voluti 65 anni per l'essere umano per fare la storia dopo Roger Bannister (che scese sotto i 4 minuti sul miglio, ndr). Oggi ci siamo riusciti, siamo andati sulla Luna e poi tornati sulla Terra! Non ho più parole per ringraziare tutti quelli che nel mondo mi hanno tifato e supportato. È stato il momento più bello della mia vita".