51 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Giro d'Italia 2024

Un virus influenzale sta mettendo in ginocchio il Giro d’Italia: colpito anche Pogacar

Cian Uijtdebroeks, 5° in classifica generale e maglia bianca al Giro d’Italia, non ha preso il via all’11° tappa. Vittima di un virus influenzale che negli scorsi giorni ha coinvolto anche la maglia rosa Tadej Pogacar.
A cura di Gabriele Mento
51 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

La maglia bianca Cian Uijtdebroeks (team Visma-Lease a bike)  è stata costretta ad abbandonare il Giro d'Italia. Colpito da un virus influenzale che sta causando diversi ritiri all'interno del gruppo, colpendo, in maniera lieve, anche la maglia rosa Tadej Pogačar.

Il virus influenzale che ha già colpito diversi corridori

Il malanno che sta circolando all'interno del gruppo, sta già da diversi giorni causando problemi all'interno del gruppo. Già ieri, 4 corridori non erano ripartiti dopo il giorno di riposo a Napoli. Avevano infatti alzato infatti bandiera bianca Olav Kooij, compagno di squadra di Uijtdebroeks e vincitore della 9° tappa arrivata a Napoli, Max Kanter (Astana) e Ethan Vernon (Israel Premier Tech), con Marius Mayrhofer (Tudor) messo invece ko da un virus gastrointestinale. Oggi, invece, oltre all'ex maglia bianca, passata ora sulle spalle di Antonio Tiberi (Bahrain Victorius), non è partito da Foiano di Val Fortore Stefano Oldani (Cofidis), messo anche lui fuori gioco dal virus influenzale.

Anche Pogacar colpito dal virus

Il virus influenzale ha coinvolto anche diversi corridori tuttora in gruppo. Tra questi anche la maglia rosa Tadej Pogačar che, fortunatamente per la corsa, ha contratto il virus in forma lievissima e sta continuando a dominare il Giro d'Italia, e Stefano Caruso (Bahrain Victorius). Nella giornata di ieri, era scattato l'allarme anche per Julian Alaphilippe (Soudal-Quick Step), che durante la corsa si era avvicinato all'auto medica e, dopo aver scambiato qualche parola con il medico di gara, era finito in fondo al gruppo facendo temere un possibile ritiro. Fortunatamente, il campione francese, che aveva già animato gli ultimi chilometri della tappa di Napoli, ha preso regolarmente il via all'11° tappa e domani proverà a imporsi in una frazione caratterizzata da 10 muri, con un profilo simile alla Liegi-Bastogne-Liegi.

51 CONDIVISIONI
196 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views