Il triangolo di mercato che ha coinvolto e tutt'ora coinvolge Milik, Dzeko e Suarez sembra essere vicino a trovare la definizione. Il bomber polacco pare sul punto di passare dalla Roma al Napoli, mentre il capitano della Roma è sempre più vicino alla Juventus, che a questo punto dovrebbe mollare Suarez, che contestualmente sembra aver avuto la certezza di rimanere al Barcellona, nonostante fosse finito nell'elenco degli epurati.

Koeman a Suarez, se resti sarai fondamentale per il Barcellona

Nell'elenco dei convocati per la prima amichevole stagionale il suo nome non c'era, ma va anche detto che il ‘Pistolero' era in ritardo di condizione. E considerata quell'esclusione l'addio pareva certificato. Ma forse qualcosa è cambiato, qualcosa d'importante. Secondo ‘Ovacion Digital' l'allenatore del Barcellona Ronald Koeman avrebbe parlato con Suarez e gli avrebbe detto che se rimarrà al Barcellona lo utilizzerà, e parecchio. Insomma dopo Messi anche l'uruguagio dovrebbe rimanere al Barcellona.

Dopo Leo Messi può restare anche Suarez

Il pesantissimo 8-2 subito contro il Bayern Monaco in Champions League aveva portato all'inizio della rivoluzione catalana, con appena otto giocatori confermati. Poi c'è stato il caos dovuto all'addio di Messi, che invece alla fine è rimasto. E adesso, nonostante l'interesse della Juventus, potrebbe anche rimanere in blaugrana anche Luis Suarez, che è il partner offensivo preferito di Leo e che di Messi è soprattutto un grandissimo amico. E quindi verrebbe da mettere in luce le due cose, e si potrebbe pensare che con la conferma del numero 10 nella prossima stagione il Barcellona possa decidere di tenere in rosa anche Luis Suarez, che formerebbe ancora un grande tridente con l'amico di sempre e con Griezmann, che forse sperava in un paio di addii per avere maggiore spazio anche nello spogliatoio.

Suarez e i problemi con il passaporto italiano

Il trasferimento alla Juventus è stato anche bloccato dai problemi con il passaporto. In Spagna Suarez è comunitario, ma le leggi sono differenti e per diventarlo anche in Italia, insomma per la Serie A, il bomber deve sostenere un esame d'italiano e soprattutto deve superarlo. Da giorni si rincorrono voci sul test e anche sul dove lo svolgerà, anche se per ora non ci sono notizie concrete su quell'esame. E più passa il tempo e minori sono le possibilità di passaggio in bianconero.