Sergio Ramos al Paris Saint-Germain. È bastato che il difensore della Spagna e del Real Madrid mettesse ‘like' ad alcuni calciatori della squadra francese per scatenare la fantasia dei tifosi. Più di un ‘mi piace' in calce ai profili Instagram di diversi giocatori del club capitolino. Che sia, o meno, un indizio di mercato lo si capirà nelle prossime settimane quando si saranno spenti i riflettori anche sulla Liga. Per adesso, al netto del mancato accordo per il rinnovo del contratto (in scadenza a giugno) l'unica certezza sono le parole del calciatore che – dopo l'eliminazione dalla Champions – ha lanciato il grido di battaglia. Da capitano, ha esortato la squadra a non mollare, a dare tutto in campionato per la conquista del titolo.

La situazione di classifica (blancos, Barcellona e Atletico Madrid sono in un pugno di punti) è tale da consentire alla formazione di Zidane di fare il più classico all-in: o salta il banco o salta una stagione tra luci e ombre, con poche soddisfazioni sotto il profilo dei risultati. Quanto a Ramos, le prossime partite potrebbero essere le ultime con le merengues dopo ben 15 anni nella capitale iberica. Lascia o raddoppia? È la domanda che si fanno i sostenitori del Real. A breve avranno la risposta. Certo è che con la crisi economica, la necessità da parte della società di ridurre i costi e le possibili (severe) sanzioni della Uefa a censura del progetto Superlega appare molto difficile la conferma a 10 milioni netti a stagione del calciatore.

Dove può andare Ramos? Alcune ricostruzioni di mercato avevano tracciato Torino come tappa futuribile nella carriera del difensore. Alla Juventus c'è Cristiano Ronaldo ma il periodaccio dei bianconeri (anche loro sotto la mannaia della Federazione e a rischio esclusione dalla Champions) non consente fughe in avanti né investimenti eccessivamente onerosi. Ecco perché il Psg sembra una delle piste più tangibili. A quali cifre non è ancora chiaro. E se bastasse un like per determinare una scelta sarebbe davvero tutto incredibilmente facile. Però dalla Francia tengono le antenne drizzate e Ramos, intanto, inizia a familiarizzare con i giocatori transalpini.