La rivalità tra Bari e Lecce è molto forte, ed è nota. Ma certo non si pensava che sfociasse, in una giornata complicata per l'Italia intera provata dall'emergenza Coronavirus, in un momento di ordinaria follia. I tifosi delle due squadre si sono incrociati oggi lungo l'autostrada mentre erano al seguito delle rispettive squadre. Quelli del Lecce erano diretti a Roma, dove alle 18 era in programma la partita dell'Olimpico. Mentre quelli baresi erano diretti a Castellammare di Stabia per la sfida contro la Cavese, di Serie C. All'altezza di Ofanto Sud s'è verificato l'episodio da cronaca nera: ci sarebbe stato un agguato premeditato da parte della frangia più violenta dei sostenitori biancorossi. Una trappola messa in atto e scattata quando un pullman con a bordo tifosi del Lecce è stato preso d'assalto. Nella colluttazione alcuni hanno riportate ferite. Nel pullman dei tifosi giallorossi leccesi anche alcuni bambini.

Violenti scontri nel Foggiano tra tifosi di Bari e Lecce

Sulla A16 Napoli-Canosa nel tratto compreso tra Cerignola Ovest e Candela: è in quel punto che, secondo una prima ricostruzione, i teppisti hanno atteso i "rivali". Un tranello frutto di un'azione quasi sicuramente premeditata: la prova sarebbe rappresentata da alcuni chiodi trovati sull'asfalto da parte delle forze dell'ordine.

Bucate le ruote, i mezzi di trasporto sono stati costretti a fermarsi e quando lo hanno fatto, hanno trovato, pronti, 200 supporters baresi. Un'azione studiata, erano lì ad attenderli e così hanno fatto: prima hanno circondato i due bus diretti all'Olimpico (con spranghe e torce i più facinorosi hanno aggredito i tifosi e dato alle fiamme alcuni bus) poi hanno ingaggiato il "corpo a corpo".

La Polizia ha scortato i tifosi del Lecce

L'arrivo di alcune automobili ha messo in fuga i teppisti. I tifosi del Lecce hanno chiamato le Forze dell'Ordine che sono giunte prontamente sul posto e dopo aver effettuato i rilievi del caso hanno scortato per un lungo pezzo del tragitto i supporters giallorossi salentini: con mezzi diversi, anche con un auto private, sono ripartiti alla volta di Roma per assistere a una delle due partite in programma di questa giornata di Serie A.