Milan Djuric, attaccante della Salernitana, è stato vittima di una disavventura a dir poco curioso. Per l'attaccante bosniaco, che lo scorso anno in Serie B ha realizzato 12 gol in 33 partite, sono stati momenti davvero concitati. Il centravanti granata ha subìto il furto della carta di credito bloccata in tempo prima che la cosa potesse arrecare danni grossi al giocatore. Infatti, nel lasso di tempo in cui il giocatore non si era ancora accorto della sparizione della carta, i ladri hanno speso ben 3mila euro da un pescivendolo.

Insolita rapina compiuta da ladri vogliosi di regalarsi una cena per un palato prelibato o semplice raggiro? La risposta arriverà presto al giocatore che nel frattempo è stato comunque lesto a sventare il peggio dopo il furto della sua carta di credito bloccandola tempestivamente grazie anche all'aiuto della banca.

Salernitana, carta di credito rubata a Djuric: spesi 3000 euro dal pescivendolo

Venerdì mattina la Salernitana, agli ordini del tecnico Fabrizio Castori, ha svolto la propria seduta d'allenamenti presso il centro sportivo “Mary Rosy” di Pontecagnano. Ed evidentemente qualche mal intenzionato, approfittando dell'impegno dei calciatori granata, ha pensato bene di mandare in frantumi il vetro dell'auto di Djuric e rubare il borsello che vi era all'interno il quale conteneva la carta di credito del giocatore. Da quel momento in poi ci sono state transazioni a getto continuo parse subito anomale al direttore della banca presso la quale il giocatore ha aperto il conto corrente. Immediata la segnalazione al giocatore che una volta verificata la sparizione della sua carta, ha subito sporto denuncia.

Così come riportato dal quotidiano campano ‘La Città', il giocatore solo in un secondo momento, controllando le transazioni eseguite con la sua carta, avrebbe poi scoperto come i ladri avessero speso ben 3mila euro da un pescivendolo. L'ex Cesena se n'è infatti accorto anche grazie a diversi sms informativi telefonando poi alla banca per sospendere i pagamenti. L'ennesima episodio negativo alla Salernitana dopo il discusso mancato arrivo di Ranieri e la protesta con tanto di palloni lanciati in campo da parte di alcuni tifosi per protestare contro Lotito.