La prestazione offerta dal suo Napoli contro l'Atalanta proprio non è andata giù a Gennaro Gattuso. L'allenatore si aspettava ulteriori conferme da una squadra che ha letteralmente rigenerato e trascinato alla vittoria della Coppa Italia. E invece è arrivato un ko figlio a suoi dire di un atteggiamento sbagliato. E Gattuso dopo aver strigliato i giocatori del Napoli sia durante che nell'immediato post-partita, ha ringhiato anche nella giornata di ieri in allenamento. Il mister non vuole più cali di tensione e si aspetta risposte già nel derby del Sud contro la Roma.

Più che il risultato a far arrabbiare Gennaro Gattuso in Atalanta-Napoli è stata la prestazione dei suoi, figlia di un atteggiamento a suo dire inaccettabile. Il tecnico già scatenato in panchina durante la gara nel richiamare i suoi si era fatto sentire anche nell'intervista post-partita ("Troppe lamentele, troppe chiacchiere. Dobbiamo imparare a crescere, rimangono nove partite e nessuno deve pensare che andiamo a fare scampagnate. Abbiamo il dovere di arrivare bene a Barcellona"). In sintesi: perdere contro quest'Atalanta ci può stare, a bisogna farlo lottando fino al fischio finale senza lasciarsi distrarre da atteggiamenti sbagliati. Questo l'oggetto dello sfogo di Gattuso nella giornata di ieri, quando ha chiamato a rapporto i suoi calciatori.

Patti chiari, e amicizia lunga dunque nello spogliatoio del Napoli, con Gattuso che ha rimproverato la squadra anche ieri. L'allenatore del Napoli sa bene quanto alcuni atteggiamenti possano essere deleteri per un finale di stagione, in cui bisognerà restare concentrati e alzare l'asticella in vista del ritorno degli ottavi di Champions contro il Barcellona (l'Europa League è stata già conquistata, grazie al successo in Coppa Italia). Ecco allora che il tecnico è tornato ancora una volta a parlare alla squadra della prestazione di Bergamo con tono perentorio. Un messaggio diretto ed espresso con parole forti e decise quello di Gattuso che non vuole vedere più cali di tensione, già a partire dal match contro la Roma. Una gara da vietato sbagliare per raggiungere proprio i giallorossi al quinto posto in classifica.