Il Napoli vince 3-1 contro la Spal e conquista la quinta vittoria consecutiva in Serie A, il nono risultato utile consecutivo in partite ufficiali. I numeri di una gestione, quella di Rino Gattuso, che sta portando effetti sempre più evidenti, sia sul piano del gioco che quello della classifica. Gli azzurri, ora, insidiano la Roma al quinto posso in classifica, mentre per la Spal la corsa salvezza si fa sempre più complicata.

Appena il tempo di alzare i giri del motore e il Napoli stappa la partita con il gol del vantaggio. Gli azzurri si distendono bene in contropiede e Fabian Ruiz trova il varco giusto per Mertens, che supera Letica con un delizioso tocco per la rete numero 123 con la maglia del Napoli. Sembra il preludio ad una gara a senso unico, e in effetti per mezzora la truppa di Gattuso comanda il gioco e dà la sensazione di poter raddoppiare da un momento all'altro. Soprattutto con Insigne, che a ridosso del 30′ colpisce il palo con un bel destro a giro da fuori. Sul capovolgimento di fronte, il classico episodio imponderabile: Fares sfugge sulla sinistra e mette in mezzo un bel pallone per Petagna, bravo ad insaccare con una difficile conclusione di prima. Il centravanti della Spal, di proprietà del Napoli, esulta con grande moderazione al cospetto delle sue due squadre. La sua è una gioia effimera però, perché i padroni di casa impiegano pochi minuti a ristabilire il vantaggio: merito di Callejon, che insacca alle spalle di Letica dopo essere stato servito da Elmas. Allo scadere del primo tempo, gli azzurri si concedono addirittura il tris, ma la rete di Insigne viene annullata (con l'ausilio del Var) per un fuorigioco millimetrico di Mertens.

Al ritorno in campo la gestione del Napoli è più compassata. Gli azzurri controllano il gioco come nel primo tempo ma su ritmi meno insistenti, così di occasioni se ne vedono poche su entrambi i versanti. La Spal ci prova ma fa i conti con un gap tecnico che diventa ancora più evidente quando Gattuso mette mano alla panchina. Nel Napoli entrano Lozano, Milik e Younes e proprio i due ex Ajax costruiscono la rete del 3-1, quella della tranquillità, con il tedesco che batte Lemina al primo pallone della sua partita. Il punto esclamativo su una nuova vittoria per il Napoli di Gattuso.