Corteggiato a lungo dall'Inter nell'estate del 2018 e più recentemente accostato al Milan del suo grande amico Zvonimir Boban, Luka Modric torna in quello che sarebbe potuto diventare il suo stadio. Il programma della quarta giornata di Champions League, propone infatti l'interessante sfida di San Siro tra Inter e Real Madrid: un match importante per le sorti europee di Conte e Zidane e suggestivo per il trentacinquenne centrocampista croato.

"Per noi sarà come una finale e dovremo essere all'altezza giocando da squadra e restando uniti e compatti – ha spiegato Modric in conferenza stampa – Sarà vietato sbagliare per evitare di compromettere la qualificazione. L'interesse del club nerazzurro nei miei confronti? Nel 2018 ho sentito parlare di questo, ma sono rimasto al Real Madrid e sono contento di essere qui. Ora non ha senso tornare su quel discorso".

Modric pensa al rinnovo con i Blancos

Complice l'assenza di Federico Valverde, l'ex Dinamo Zzagabria dovrebbe ritrovare il posto da titolare dopo una serie di partite vissute in panchina: "Non ho giocato nelle ultime partite per scelta del mister. Io sto bene e quando gioco cerco di fare il massimo. Cosa manca al Real Madrid? La continuità di rendimento, anche se abbiamo già fatto vedere cose buone. A volte è difficile giocare senza pubblico e ne risentiamo. Ma credo che miglioreremo. Il mio rinnovo? Si sta parlando molto della mia situazione, vedremo cosa accadrà in futuro".

Per la sfida contro l'Inter, Zidane non potrà schierare non solo Sergio Ramos ma anche Karim Benzema: "Lui è molto importante per noi e ci è mancato parecchio – ha concluso ModricMariano Diaz è un altro tipo di calciatore, ma ha dimostrato che possiamo fidarci di lui. Credo che ci dimostrerà ancora una volta che possiamo contare su di lui. Senza Karim dobbiamo dare tutti di più".