18.403 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

La mamma di Pep Guardiola è morta a 82 anni: aveva il Coronavirus

Dolors Sala Carriò, mamma di Pep Guardiola, è morta all’età di 82 anni. La donna era stata contagiata dal Coronavirus ed è deceduta a Manresa, paese nel cuore della Catalogna. A dare l’annuncio ufficiale del grave lutto che ha colpito il tecnico è stato il Manchester City attraverso un tweet di cordoglio.
A cura di Maurizio De Santis
18.403 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Un grave lutto ha colpito Pep Guardiola: è morta la mamma, Dolors Sala Carriò. La donna, che aveva 82 anni ed era stata contagiata dal Coronavirus, è deceduta a Manresa, un paese nel cuore della Catalogna, sulla riva sinistra del fiume Cardener (a circa settanta chilometri da Barcellona). A dare l'annuncio ufficiale è stato il Manchester City che ha pubblicato un tweet nel quale ha espresso dolore e condoglianze per il tecnico catalano e i suoi familiari.

La notizia della morte della signora Dolors Sala Carrió ci ha sconvolti – si legge nella nota della società inglese -. Siamo distrutti dal dolore per il lutto che ha colpito il nostro allenatore, Pep Guardiola. A lui e alla sua famiglia va il nostro abbraccio più sincero.

L'ex allenatore di Barcellona e Bayern Monaco era tornato in Spagna nei giorni scorsi per stare accanto alla donna in un momento molto delicato. Il suo nome finisce così nella lista delle persone scomparse a causa del Covid-19, un bollettino di guerra che si aggiorna quotidianamente: è arrivato a 13.055 il numero dei decessi registrati in terra iberica su un totale di 135.032 casi diagnosticati. Madrid (5.136 morti) e la Catalogna (2.637 morti) restano le comunità più colpite dalla diffusione del morbo che s'è propagato in Europa con effetti devastanti.

E, meno di un mese fa, proprio per aiutare le autorità spagnole nella lotta al Coronavirus, era stato lo stesso Pep Guardiola a offrire un contributo importante dal punto di vista economico: l'attuale manager dei "Citizens" aveva devoluto la somma di 920 mila sterline (circa 1 milione di euro) a due istituti impegnati in prima linea (la Angel Soler Daniel Foundation e la Medical College di Barcellona). Un importo rivelatosi prezioso per l'acquisto di attrezzature per combattere la malattia in Spagna.

18.403 CONDIVISIONI
32813 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views