La Lazio ha perso a San Siro e ha posto fine alla sua splendida serie utile. Il gol del momentaneo 2-1 era stato segnato da Escalante, ma la Lega di Serie A circa un'ora dopo la fine dell'incontro ha deciso di attribuire il gol a Milinkovic-Savic, nonostante l'ultimo tocco sia stato di Gonzalo Escalante.

Perché la Lega ha assegnato il gol a Milinkovic

Il serbo ha calciato su punizione dal limite dell'area di rigore, ha calciato verso la porta e ha colpito in pieno il fianco del giocatore di Inzaghi che così ha spiazzato Handanovic, oggi alla 500esima in Serie A. Il gol era stato assegnato in un primo momento a Escalante, ma in seguito la Lega ha cambiato decisione. Lo ha fatto perché la regola prevede che solamente un tocco volontario può cambiare l'assegnazione del gol e dunque essendo stato fortuito il tocco di Escalante il gol è stato assegnato in modo definitivo a Milinkovic.

Beffa per Escalante della Lazio

Una decisione beffarda per Escalante che aveva immaginato di aver segnato il primo gol della sua carriera in Serie A. Non ci è riuscito e avrà ulteriori occasioni. Ora dunque il gol è di Milinkovic-Savic che aumenta il proprio bottino stagionale e ovviamente pure quello complessivo con la maglia biancoceleste. Va detto comunque che la decisione della Lega crea delle discussioni. Perché è vero che è stata applicata la regola, ma senza la deviazione di Escalante la conclusione del centrocampista serbo non sarebbe stata vincente. Di sicuro si creeranno altre discussioni tra chi gioca al fantacalcio, e fanno seguito a quelle della scorsa settimana dopo l'assegnazione del gol a Gosens nella partita tra l'Atalanta e il Torino.