Una brutta notizia sia per l'Inter sia per la Roma. Arriva dall'Inghilterra e basta leggere tra le righe del comunicato ufficiale del Manchester United qual è la decisione che lascia con un palmo di naso sia i nerazzurri sia i capitolini. I Red Devils hanno deciso di estendere i prestiti sia di Alexis Sanchez sia di Chris Smalling ma solo fino alla conclusione del campionato di Serie A (nel primo week-end di agosto). Al cileno, però, è stata concessa la possibilità di giocare almeno la gara di Coppa col Getafe, poi farà ritorno "a casa".

Cosa vuol dire? Risposta semplice, semplice… che per l'Europa League tanto Conte quanto Fonseca dovranno fare a meno dell'attaccante e del difensore che torneranno alla base. Una decisione mandata giù come un boccone amaro dai club italiani e interpretata come uno sgarro. La determinazione da parte degli inglesi di non concedere un "rinforzo" alle possibili rivali nel cammino in Coppa che riprenderà ad agosto.

La coppia di calciatori del Manchester United, Chris Smalling e Alexis Sanchez – si legge nella nota ufficiale del club di Old Trafford -, resteranno in Italia e parteciperanno alle partite che mancano per concludere il campionato nazionale della stagione 2019-2020. È stata presa la decisione di prorogare i contratti di prestito sia con la Roma sia con l’Inter, contratti che resteranno validi fino alla prima settimana di agosto a causa degli effetti della pandemia di Covid-19.

La situazione di Alexis Sanchez e Chris Smalling apre una finestra sulla sessione di trattative che quest'anno sarà anomala e calibrata secondo una tempistica differente per quanto accaduto finora. La lunga sospensione dei tornei nazionali ha spostato in avanti nel tempo le date, tra queste anche quelle relative al periodo abituale per chiudere le operazioni di calciomercato. Resta fino al termine della stagione anche il danese Kjaer ma tra le fila del Milan, come ribadito anche dall'agente del calciatore.