Memphis Depay al Barcellona. In Olanda danno per fatto il trasferimento dal Lione ai catalani. Lo ha voluto Ronald Koeman che, ereditata la panchina da Setién, ha chiesto l'esterno d'attacco dei transalpini e della nazionale arancione per dare nuova linfa al modulo 4-2-3-1 scelto per i blaugrana. Il quotidiano De Telegraaf indica anche le cifre dell'operazione: nelle casse dei francesi andranno 32 milioni di euro ma con una formula che permette agli spagnoli di spalmare l'investimento (25 milioni subito, 5 da corrispondere nel corso della prossima annata, 2 vincolati ai bonus).

L'affondo decisivo è arrivato nelle ultime ore e ha tracciato una linea spartiacque rispetto alle voci sui contatti per Lautaro Martinez dell'Inter: vista la difficoltà di arrivare all'attaccante nerazzurro (in trattativa per il rinnovo del contratto) anche per la mole dell'investimento necessario (110 milioni, oltre all'ingaggio del calciatore) da Barcellona si sono cautelati accontentando la richiesta del tecnico.

Un attacco da "leone". Il re della foresta è l'animale che Depay ha scelto di tatuare sul dorso, un disegno che non passa certo inosservato ogni volta che il calciatore sfila la maglia, dopo un'esultanza oppure al termine di una partita. In Serie A c'è un altro giocatore che ha scelto una fantasia del genere: è Politano del Napoli.

Arriva Depay, cosa succede a Suarez? Il "pistolero" non rientra nei piani della società ma ha ancora un anno di contratto e non intende rinunciare alle spettanze dovute. La reticenza rende impossibile l'accordo per una eventuale rescissione con il Barcellona e, al tempo stesso, frena il calciatore finito nel mirino della Juventus (c'è anche il nodo del passaporto italiano a creare ulteriori intoppi) e dell'Atletico Madrid. Con l'arrivo del 26enne Depay per l'ex Liverpool non c'è più spazio in balugrana.