3.356 CONDIVISIONI
3 Ottobre 2022
18:35

Gonzalo Higuain in lacrime annuncia il ritiro: “Oggi sono qui per raccontarvi la mia storia”

Gonzalo Higuaín ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato. Il Pipita aveva convocato una conferenza stampa e così ha comunicato la sua decisione ufficiale. Non è riuscito a trattenere le lacrime.
A cura di Fabrizio Rinelli
3.356 CONDIVISIONI

"Oggi sono qui per raccontarvi la mia storia. È arrivato il giorno per dire addio al calcio". Così Gonzalo Higuaín ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato. Il Pipita dirà ufficialmente "basta" al termine del suo contratto con l'Inter Miami in scadenza il prossimo 31 dicembre 2022. L'argentino ha convocato una conferenza stampa e ha comunicato la sua decisione scoppiando poi in lacrime. Anche i suoi compagni di squadra attuali hanno voluto rendergli omaggio salutandolo di persona. Higuain in queste ultime settimane era stato fondamentale per l'Inter Miami avendo segnato 14 gol in 26 partite per spingere la squadra verso i playoff della MLS.

La decisione del ritiro era comunque nell'aria dato che già in alcune interviste precedenti aveva dato la sensazione che da lì a poco l'avrebbe comunicato ufficialmente. "È arrivato il giorno di dire addio al calcio, una professione che mi ha dato tanto, e io mi sento privilegiato di averlo vissuto, con i suoi momenti belli e non così belli". Con queste parole il bomber argentino ha annunciato pubblicamente la sua decisione.

"Tutti pensano che noi giocatori abbiamo una vita facile e servita. Eh, no, per niente – aveva detto pochi giorni prima – Io ho vissuto per 15 anni in modo innaturale, non avendo gli stessi diritti di altri ad esempio, davanti agli insulti. Non puoi reagire". Il Pipita aveva già fatto capire che avrebbe preso la decisione di dire addio al calcio:

"A questo punto della mia vita, però non ce la faccio più". In Italia l'abbiamo apprezzato con le maglie di Napoli, Juventus e Milan prima dell'approdo al Chelsea e successivamente all'Inter Miami dove concluderà la sua carriera. In sala stampa, nel momento in cui c'è stato l'annuncio, c'era tutta la squadra dell'Inter Miami, la dirigenza e soprattutto la sua famiglia che ha assistito emozionata a quel momento, specie quando il Pipita all'improvviso è scoppiato in lacrime. Da brividi l'abbraccio di tutta la squadra statunitense che ha voluto rendere omaggio all'argentino che sta trascinando l'Inter Miami a suon di gol degni del suo nome.

A 34 anni e con 17 stagioni da professionista alle spalle, Higuain ha voluto dire basta. In più occasioni aveva già detto chiaramente che il calcio non era tra le sue priorità e ora, dopo aver vinto praticamente tutto e aver segnato gol a raffica tra River Plate, Real Madrid e poi in Italia con Napoli, Juventus, Milan prima di Chelsea e Inter Miami, ha deciso che era arrivato il momento di appendere le scarpette al chiodo. "Sento di smettere nel mio momento migliore, grazie all'Inter Miami che mi ha ridato entusiasmo" ha sottolineato.

Higuain lascia il calcio con ben 364 gol segnati in carriera, in attesa di capire se lo score lieviterà ancora in questi ultimi mesi. Ben 333 con i club e 31 con la nazionale dell'Argentina con cui ha giocato anche una finale dei Mondiali nel 2014 contro la Germania. "Ho ragionato, analizzato, per giungere alla fine a questa decisione – ha spiegato Higuain motivando la sua decisione – Tutto è cominciato quando ero piccolo, nel mio barrio, nell'Atletico Palermo. Ho passato un'infanzia meravigliosa".

Higuain dunque non rinnoverà il contratto che lo lega fino al prossimo 31 dicembre 2022 all'Inter Miami. Il club statunitense gli aveva dato la possibilità di riscattarsi dopo le stagioni poco brillante tra Milan e Chelsea. Con il club americano disputerà così le sue ultime due gare in carriera prima di salutare definitivamente. Dovrà infatti giocatore contro l'Orlando City il 6 ottobre e il Montreal il 9 con l'obiettivo di conquistare il pass per i playoff e regalarsi magari un'ultima emozione conquistando un campionato in MLS che sarebbe la ciliegina sulla torta a una carriera a dir poco fantastica. "È il momento di salutarci – ha aggiunto nel corso della sua conferenza stampa – La missione più importante per me è sempre stata quella di non arrendersi mai”

Higuain ha vinto in carriera 3 volte la Liga quando vestiva la maglia del Real Madrid e altrettante la Serie A con la Juventus e la Coppa Italia. Nella sua incredibile carriera e nel suo pazzesco palmares anche una Coppa del Re, due Supercoppe di Spagna e una Supercoppa Italiana e un'Europa League vinta ai tempi del Chelsea con Maurizio Sarri in panchina. Proprio lui, il tecnico toscano, capace di valorizzarlo al meglio facendolo diventare una macchina da gol inesauribile in azzurro. In totale, in 3 stagioni con i partenopei, il Pipa ha segnato 91 reti in 146 gare vincendo una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana.

Ma soprattutto, tra le fila dei campani, concluse una stagione con il record di 36 gol realizzati in una stagione di Serie A. Successivamente l'ultima grande esperienza della sua carriera fu alla Juventus che lo acquistò nel 2016 per 91 milioni di euro: qui vinse 3 Scudetti e 2 Coppe Italia, ma giocò anche una finale di Champions League persa contro il Real Madrid. Il terzo Scudetto in bianconero arriverà nella stagione 2019/2020 con Sarri in panchina dopo le stagioni meno esaltanti vissute in prestito tra Milan e Chelsea. Volge così al termine il viaggio di un campione assoluto, un fuoriclasse di questo sport capace di esaltare la folla con le sue giocate e soprattutto i suoi gol che hanno fatto la fortuna di tanti club blasonati che oggi non possono far altro che omaggiarlo e soprattuto ringraziarlo per la sua grande professionalità mostrata in tanti anni di carriera.

3.356 CONDIVISIONI
Piqué si ritira dal calcio, annuncio shock:
Piqué si ritira dal calcio, annuncio shock: "Sabato giocherò la mia ultima partita"
Piqué si ritira dal calcio: “Sabato giocherò la mia ultima partita”
Piqué si ritira dal calcio: “Sabato giocherò la mia ultima partita”
22 di Videonews
Allegri fa i conti in tasca al Napoli:
Allegri fa i conti in tasca al Napoli: "Ha vinto ancora, se continua così può girare a 53 punti"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni