Rino Gattuso non si è presentato ai microfoni dopo Lazio-Napoli per commentare la brutta sconfitta degli azzurri, superati per 2-0 all'Olimpico. L'allenatore calabrese è ancora alle prese con i problemi all'occhio che da qualche settimana lo costringono a coprirlo con una benda, non ancora del tutto risolti. Lo ha spiegato il suo vice, Luigi Riccio, che si è presentato ai microfoni di Sky in sua rappresentanza.

"Sta combattendo con questo problema all’occhio, ne avrà ancora per qualche giorno e poi tornerà come prima".

Gattuso soffre da diversi anni di miastenia oculare, una malattia dell'occhio (destro, nel suo caso) che lo aveva costretto a fermarsi già durante la sua carriera da calciatore, negli ultimi anni con la maglia del Milan. Si tratta di un affaticamento che può causare disturbi visivi e che costringe, dunque, a coprire l'occhio con una benda o con degli occhiali.

Le parole di Riccio su Lazio-Napoli

L'analisi della prestazione del Napoli contro la Lazio è stata dunque affidata alle parole di Riccio, il secondo allenatore, un fedelissimo di Gattuso. E come avrebbe fatto Ringhio, la disamina è stata severa.

"Abbiamo fatto un passo indietro. Non siamo stati noi, la squadra è stata poco brillante e molto prevedibile. Ma non facciamo drammi. Ci dispiace perché abbiamo perso male e contro una diretta concorrente. Ma bisogna rimanere lucidi. Noi sappiamo di non poter essere quelli visti stasera, brutti, leggeri e molli. Dobbiamo riprenderci subito da mercoledì. Le assenze? Sarebbe facile cercare un alibi in questo momento, ma ci aspettiamo di più, il mister pretende di più. Questa è una squadra seria, che fa le cose bene e con abnegazione, ma questa sera non ci è riuscito".