I tifosi dell’Inter fuori all’hotel a Torino (foto Marco Barzaghi)
in foto: I tifosi dell’Inter fuori all’hotel a Torino (foto Marco Barzaghi)

Una folla di tifosi dell'Inter ha voluto salutare la squadra a poche ore dalla partita di campionato contro la Juventus. Diversi sostenitori nerazzurri (con ogni probabilità più di cento unità) si sono radunati all'esterno dell'hotel che ospita il ritiro della squadra allenata da Antonio Conte a Torino. Tante persone raccolte nel giro di pochi metri, in una regione interessata da diversi casi di contagio. Un assembramento che va contro le direttive previsto dal decreto governativo emanato per fronteggiare l'emergenza Coronavirus e limitare i rischi di propagazione del virus: su tutte, non è stato rispettato il metro di distanza da mantenere tra una persona e l'altra. L'area, debitamente transennata, ha comunque consentito ai giocatori dell'Inter di poter uscire dalla struttura ed entrare nell'autobus passando a diversi metri dai tifosi assiepati all'esterno dell'hotel.

Una scena che si inserisce nel contesto di una domenica turbolenta nel calcio italiano, spaccato in due tra chi vorrebbe fermarsi – con l'Assocalciatori in prima fila – e la volontà, da parte della Lega Serie A, di continuare a giocare regolarmente, nell'osservanza dei limiti imposti dai decreti emanati dal governo. Quello stesso governo che è sempre più deciso, nelle parole del ministro Spadafora, nelle pressioni sulle istituzioni calcistiche per fermare tutti i campionati alla luce di un'emergenza sanitaria che assume, giorno dopo giorno, proporzioni sempre più rilevanti. Martedì è in programma a Roma un consiglio federale straordinario, convocato d'urgenza dalla FIGC: sarà l'occasione, per tutte le parti in causa, di confrontarsi e trovare una soluzione di buonsenso.