Quella di lasciare la Roma, dopo una vita passata ad indossare la maglia giallorossa, non è stata una decisione facile per Alessandro Florenzi. A ventotto anni e con altri anni di carriera davanti, il capitano romanista ha infatti deciso di tagliare il cordone ombelicale e di volare a Valencia per mettere la firma sul contratto fino al prossimo giugno.

A poche ore dall'annuncio ufficiale del Valencia, Florenzi non si è però dimenticato dei tifosi della Roma e a loro ha voluto dedicare una fotografia che lo ritrae piccolo e con la maglia romanista addosso e un messaggio particolarmente sentito: "Quel bambino sarà sempre lì a rincorrere i suoi sogni. Qualsiasi cosa accada. Grazie Roma".

Le scelte di Fonseca alla base dell'addio di Florenzi

Dopo il doloroso addio di Francesco Totti e quello successivo di Daniele De Rossi, la parte giallorossa della Capitale ha così perso un altro figlio: un giocatore che ha sempre dato il massimo per la causa romanista, fino all'arrivo a Roma dell'attuale tecnico Paulo Fonseca. Le scelte del mister portoghese, che ha spesso messo in panchina Florenzi, sarebbero infatti alla base della decisione del capitano.

L'unico romano e romanista rimasto in rosa è dunque diventato Lorenzo Pellegrini: "Quando hai un amico, un fratello che va via non è mai una cosa semplice da gestire – ha dichiarato l'ex Sassuolo a Roma Tv – Per me Alessandro è stato eccezionale in questi mesi, la panchina non piace a nessuno e non è facile gestire una situazione del genere, lui l’ha fatto da capitano, non ha mai creato problemi, è venuto sempre al campo col sorriso. Si merita di essere felice e, in questo momento, aveva bisogno di altro".