Il Napoli vince ancora e si predispone al meglio per la sfida di Champions col Barcellona. Al Rigamonti, nell'anticipo della 25a giornata di serie A, il Brescia vende cara la pelle e fa sudare le classiche sette camicie ai partenopei (ancora senza Koulibaly) che finiscono sotto nel primo tempo, ma riescono a ribaltarla nella ripresa. Non riesce a Mertens l'aggancio di Hamsik in vetta alla classifica dei marcatori più prolifici nella storia del club: il belga colpisce una clamorosa traversa in apertura di match, mentre nella ripresa è l'arbitro ad annullare il possibile 1-3 per fuorigioco.

Di Chancellor nella prima frazione il gol che sblocca il match. Il difensore venezuelano si fa trovare pronto all'appuntamento con la rete, sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Tonali (assist per lui). Alla ripresa, però, è mortifera la reazione dei napoletani: un uno-due firmato da Insigne dal dischetto e Fabian Ruiz con una traiettoria a giro, dal limite dell'area, praticamente in fotocopia rispetto a quella che ha fatto capitolare l'Inter in Coppa Italia. Il rigore viene concesso con il Var per fallo di mano di Mateju, mentre poco dopo è bravo il guardalinee a ravvisare il fuorigioco di Mertens. Nel finale i lombardi provano l'assalto alla porta di Ospina, ma la retroguardia napoletana fa buona guardia e conserva il vantaggio. Andiamo, dunque, a dare un'occhiata più nel dettaglio alle prestazioni individuali del match attraverso il confronto dei voti di Gazzetta e Corriere dello Sport.

Brescia-Napoli

Voti e pagelle

Brescia: Joronen (6), Sabelli (6 dalla Gazza e 6,5 dal Corriere), Chancellor (6,5 e 6), Mateju (5), Martella (6 e 5,5), Dessena (5,5), Tonali (6 e 6,5), Bisoli (5,5), Bjarnason (5,5), Skrabb (6), Zmrhal (6 e 5), Balotelli (5,5 e 5). Napoli: Ospina (6), Di Lorenzo (6), Manolas (6 e 6,5), Maksimovic (6,5 e 6), Mario Rui (6 e 6,5), Ruiz (7), Demme (6), Elmas (5 e 6), Zielinski (6), Politano (5,5), Mertens (6), Milik (6 e 5,5), Insigne (6 e 7).