L'esclusione dalla lista Champions di Emre Can non ha sorpreso solamente i tifosi della Juventus, ma anche il diretto interessato. Il tedesco depennato dall'elenco dei giocatori utilizzabili nella fase a gironi del torneo continentale con Mario Manduzkic e l'infortunato Chiellini (oltre a Pjaca e Perin) non ha nascosto la sua amarezza e delusione ai microfoni di Sport1. L'ex Liverpool ha svelato di essere stato informato della scelta di Sarri attraverso una breve telefonata, svelando anche dei retroscena relativo alle promesse fattegli dal club in sede di mercato.

Emre Can escluso dalla lista Champions della Juventus, la reazione del calciatore

Emre Can è venuto a conoscenza dell'esclusione dalla lista Champions della Juventus mentre si trovava in ritiro con la Germania. Una scelta, quella di Sarri e del suo staff, che ha spiazzato l'ex Liverpool che ai media tedeschi si è detto sorpreso e arrabbiato. Il calciatore era convinto di rientrare tra i giocatori bianconeri utilizzabili nella fase a gironi del massimo trofeo continentale (dove la Juve affronterà Atletico, Bayer e Lokomotiv Mosca): "E' un'enorme delusione, in Champions ci devo giocare . Sono scioccato e arrabbiato. La settimana scorsa la società mi aveva promesso altro, avevo parlato con altre squadre e avrei potuto disputarla. L'allenatore non è stato sincero con me"

Il retroscena di Emre Can sulla promessa della Juventus per la lista Champions

Qual è stata la promessa fatta dalla Juventus ad Emre Can? Tutto si riferisce al mercato con il calciatore che è stato al centro di numerose trattative, e tra le condizioni della sua permanenza a Torino c'era proprio il discorso relativo alla lista Champions: "Una delle condizioni per rimanere a Torino, è che fossi incluso nella lista Champions. Se l’avessi saputo prima, non avrei più giocato nella Juve". E invece ecco la doccia fredda per il giocatore tedesco che si è lamentato anche per il modo in cui gli è stata comunicata la decisione della società: "Ieri invece ho ricevuto una telefonata che non è durata nemmeno un minuto per dirmi che ero fuori"

La delusione di Emre Can

Emre Can dunque non nasconde la delusione, soprattutto dopo che nella scorsa stagione si era reso protagonista di buone prove in Champions. Una su tutte quella contro l'Atletico, con la sua duttilità tornata utile ad Allegri per rinforzare la difesa: "Nella scorsa stagione ho fatto delle belle partite, soprattutto in Champions. Voglio e devo giocarci". Al ritorno dagli impegni dalle nazionali, l'ex Liverpool parlerà di quanto accaduto con i vertici societari per fare il punto della situazione: "Trarrò le mie conclusioni e parlerò col club al mio ritorno". Per ora Can può consolarsi con la solidarietà dei tifosi della Juventus che si sono schierati al suo fianco, sottolineando la sua capacità di ricoprire più ruoli, un vantaggio che però non sarà sfruttato in Europa.

Il tweet di scuse di Emre Can

Prima ancora di parlare con i vertici bianconeri il giocatore, forse ammonito dai dirigenti, su Twitter ha provato a correre ai ripari e ha ringraziato la Juventus per tutto il supporto avuto nel periodo della sua malattia, lo scorso anno, e si è voluto scusare con i compagni di squadra. Emre Can ha ribadito che per lui l'unica priorità resta sempre la Juventus. Il tedesco ha confermato che continuerà a lottare per il club campione d'Italia.