565 CONDIVISIONI
2 Agosto 2022
22:39

De Laurentiis ha perso la pazienza: “Non mi parlate più di calciatori africani per il Napoli”

Aurelio De Laurentiis spazza via le voci di cessione del Napoli: “Un fondo mi ha offerto 2 miliardi e mezzo per dargli tutto, anche la Filmauro. Io gli ho detto: Ma signori, io che devo fare? Devo andare in pensione? Ma pensa che noia!”.
A cura di Paolo Fiorenza
565 CONDIVISIONI

Alle prese con un calciomercato che dovrà dare a Spalletti gli ultimi colpi per colmare le lacune della rosa del Napoli – con i nomi di Kepa e Raspadori in pole position per la porta e l'attacco – Aurelio De Laurentiis continua a divertirsi parecchio alla guida del club azzurro e non ha la minima intenzione di cederlo, a dispetto delle ricorrenti voci di offerte che gli arrivano sul tavolo.

"Che il Napoli guadagni è una falsità – premette il presidente partenopeo ai microfoni di Wall Street Italia – perché negli ultimi due anni, a causa della pandemia e adesso poi della recessione per la guerra, noi abbiamo perso 220 milioni, per cui ci stiamo leccando le ferite e probabilmente il recupero di questa perdita la faremo in 4-5 anni, quindi dobbiamo stare molto attenti".

Le offerte ci sono e pure allettanti, ma De Laurentiis le spazza via con passione ancora viva per quello che fa: "Da un po' di tempo, da un po' di anni, vanno di moda i fondi. Io sono assillato dai fondi, non ne posso più… Nel 2017-18 gli americani mi hanno offerto 900 milioni di dollari per vendere il Napoli. Ma allora non avete capito nulla, io sono imprenditore puro, che si diverte a fare impresa, non a fare presa. Allora lasciatemi giocare ancora. Io voglio fare il dodicesimo uomo in campo, anzi il dodicesimo uomo in campo è il tifoso, io faccio il tredicesimo… anzi il quattordicesimo, il 14 è il mio numero preferito".

Aurelio De Laurentiis e la moglie Jacqueline, anche lei nel CDA del Napoli
Aurelio De Laurentiis e la moglie Jacqueline, anche lei nel CDA del Napoli

Non è questione di cifra offerta, visto che il presidente del Napoli svela quanto gli è stato messo ulteriormente sul tavolo: "Un altro fondo mi ha offerto 2 miliardi e mezzo per dargli tutto, anche la Filmauro. Io gli ho detto: ‘Ma signori, io che devo fare? Devo andare in pensione? Ma pensa che noia! Volete fare contenta mia moglie che avrebbe più a disposizione quest'uomo quasi sempre indisponibile che lavora all'età di 73 anni 20 ore al giorno?' Ma io mi diverto! Quando mi dicono ‘ma non vai mai in vacanza' io sono eternamente in vacanza perché faccio le cose che mi piacciono! Adesso che devo fare questi 10 giorni di vacanza sono disperato…".

De Laurentiis esprime poi tutta la sua frustrazione per le Nazionali che tolgono i giocatori ai club, con particolare riferimento alla Coppa d'Africa, che quest'anno ha privato gli azzurri nel pieno della stagione di giocatori cardine come Koulibaly e Anguissa: "Ho detto: ‘Ragazzi, non mi parlate più di africani. Vi voglio bene, ma o mi firmano una rinuncia a partecipare alla Coppa d'Africa o sennò io tra Coppa d'Africa, i campionati in Sudamerica, ma io non ce li ho mai a disposizione'. Cioè, noi siamo i fessacchiotti che pagano gli stipendi per mandarli in giro per gli altri…".

565 CONDIVISIONI
Spalletti operato d’urgenza dopo un incidente: “Grazie alla talpa che ha fatto uscire la notizia”
Spalletti operato d’urgenza dopo un incidente: “Grazie alla talpa che ha fatto uscire la notizia”
Rangers-Napoli è finita, tifosi scozzesi tentano l'invasione con gli azzurri in campo: paura ad Ibrox
Rangers-Napoli è finita, tifosi scozzesi tentano l'invasione con gli azzurri in campo: paura ad Ibrox
La Juventus dovrebbe dominare, e invece è in crisi: Zakaria spiega cosa non va
La Juventus dovrebbe dominare, e invece è in crisi: Zakaria spiega cosa non va
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni