Stamattina la Juventus si è ritrovata alla Continassa per riprendere gli allenamenti dopo la pesante sconfitta di ieri contro il Milan. Niente giorno di riposo, visto che si gioca già mercoledì: i bianconeri saranno impegnati contro il Sassuolo, una sfida decisiva a dire poco per la qualificazione alla Champions League, anche se alla Juve potrebbe comunque non bastare vincerle tutte da qua alla fine, dovendo sperare in qualche passo falso delle rivali.

I giocatori in campo ieri sera hanno fatto solo scarico, tra loro non c'era Cristiano Ronaldo. Il campione portoghese si è infatti recato in mattinata assieme al presidente della Juve Andrea Agnelli ed al numero uno della Exor John Elkann in visita alla Ferrari a Maranello. I vertici aziendali hanno fatto da ciceroni a Ronaldo, grande appassionato di automobili, che ha potuto osservare da vicino uno dei gioielli non solo di casa Agnelli, ma anche del made in Italy.

La scoppola incassata domenica sera non ha fatto cambiare i programmi a Ronaldo, che aveva in cantiere la visita a Maranello da settimane, anche per poter vedere da vicino la nuova Ferrari che ha acquistato: un modello Monza del valore base di 1,6 milioni, come svela il giornalista Umberto Zapelloni. Un grande regalo che il portoghese si è fatto all'indomani di una serata sportivamente molto triste, sia sul piano personale – è stato tra i peggiori in campo – che per la Juventus, sull'orlo di un fallimento con poche attenuanti.

Ronaldo del resto ha un parco macchine da urlo: una ventina di modelli tra Rolls Royce, Lamborghini, Porsche e Ferrari. La Monza sarà la sua quarta vettura del Cavallino, un modello super esclusivo entrato in produzione nel 2018. È una barchetta senza parabrezza che si ispira ai modelli Ferrari degli anni '50, con velocità massima superiore ai 300 km/h. Un buon modo per lasciarsi alle spalle velocemente la delusione incassata sul campo.