Covid 19
11 Marzo 2020
12:36

Coronavirus, il presidente del Getafe: “Non andremo a Milano, non ci butteremo nel focolaio”

Il Getafe non ha alcuna intenzione di volare a Milano per giocare contro l’Inter il match valido per l’andata degli ottavi di finale di Europa League. Il presidente Torres ha dichiarato in maniera perentoria: “Non vogliamo contaminarci con il coronavirus. In Lombardia c’è il focolaio principale. La cosa più intelligente sarebbe posticipare la partita”
A cura di Marco Beltrami
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il Getafe non ha alcuna intenzione di volare a Milano per la partita in programma giovedì contro l'Inter, valida per l'Europa League. Una presa di posizione forte quella del presidente del club spagnolo Angel Torres, preoccupato per l'emergenza Coronavirus. Nessuna voglia di scendere a compromessi da parte del patron che ai microfoni di Onda Cero ha ribadito: "I miei giocatori non andranno a Milano nemmeno per giocare a porte chiuse, non vogliamo contaminarci"

Getafe, il presidente rinuncia alla trasferta contro l'Inter di Milano per l'Europa League

Il Getafe ha ribadito la sua posizione attraverso le parole del presidente Angel Torres. Nessuna volontà di partire per Milano, dove nella serata di giovedì è in programma la sfida contro l'Inter valida per l'andata degli ottavi di finale di Europa League. Il club spagnolo non è disposto a recarsi nel capoluogo lombardo, per motivi di sicurezza alla luce dell'emergenza coronavirus: "I miei giocatori non andranno a Milano, nemmeno per giocare a porte chiuse". La prospettiva di una partita persa non preoccupa la società iberica: "L'UEFA ci ha detto che deciderà oggi, ma noi togliamo loro ogni dubbio. Non partiamo, facciano ciò che gli pare. Sono arrivato a 70 anni senza giocare in UEFA, ora non gioco con la salute dei miei giocatori. Saremo eliminati, perderemo la partita a tavolino. Ma non fa niente".

Il Getafe prende posizione per l'emergenza Coronavirus

Prima di tutto dunque viene la salute, e l'emergenza Coronavirus obbliga anche il Getafe a scelte drastiche. Torres infatti è perentorio: "Abbiamo chiesto alla Uefa di trovare un'altra opzione per giocare. Non vogliamo contaminarci con il coronavirus. In Lombardia c'è il focolaio principale. La cosa più intelligente sarebbe posticipare la partita. Mi è stato chiesto di chiedere un permesso speciale al Ministero dello Sviluppo ma non lo farò, non andrò in un posto in cui in questo momento non voglio andare. Bloccano i voli e io mi devo buttare nel focolaio?"

29519 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni