Il Milan scende in campo contro il Coronavirus. Il club rossonero ha annunciato in un comunicato ufficiale di aver donato 250mila euro ad AREU, ovvero l'Azienda Regionale Emergenza Urgenza, per supportarne gli sforzi nel fornire l'assistenza necessaria ha chi è stato colpito dal virus. Il CEO della società del capoluogo lombardo Ivan Gazidis ha dichiarato: "Ci sono cose nella vita più importanti del calcio. Il Milan è più di una squadra di calcio".

Coronavirus, il Milan dona 250mila euro per aiutare chi è stato colpito dal virus

Nel giorno in cui il premier Conte ha annunciato l'estensione della zona rossa a tutt'Italia, il Milan ha annunciato sui social un gesto concreto per aiutare le persone colpite dal Coronavirus. Attraverso una nota, il club rossonero e Fondazione Milan hanno confermato di voler  "donare 250.000 euro ad AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza), l’agenzia impegnata nell'affrontare le emergenze sanitarie nella Regione Lombardia. La donazione supporterà gli sforzi di AREU nel fornire tutta l’assistenza necessaria a coloro che sono stati colpiti dal virus Covid-19. Il Club, già prima della partita contro il Genoa giocata a porte chiuse a seguito delle disposizioni governative per il contenimento del virus, aveva deciso di rimborsare tutti i tifosi, sia quelli in possesso del singolo biglietto sia gli abbonati. In seguito alle numerose richieste da parte dei tifosi rossoneri sui social, il Club si sta attrezzando per avviare un processo con cui sia possibile contribuire donando il rimborso per l’emergenza Coronavirus".

Ci sono cose più importanti del calcio nella vita, le parole di Gazidis

Un bel gesto da parte del Milan, con Ivan Gazidis CEO del club rossonero che al sito del club ha spiegato: "Ci sono cose nella vita più importanti del calcio. In un momento in cui tutti noi dobbiamo prenderci cura di chi è più vulnerabile, dobbiamo agire con la massima responsabilità, seguendo le indicazioni delle autorità competenti. A nome del Club, sono orgoglioso di sostenere, con questa donazione, gli sforzi ammirevoli messi in campo da tutti coloro che stanno lavorando per fronteggiare questa emergenza. La salute e la sicurezza dei nostri cari è la nostra massima priorità. Anche i nostri tifosi stanno vivendo questo momento così difficile e sono preoccupati per le persone a loro più care. Il Milan è più di una squadra di calcio. È una comunità, dove ci si prende cura l'una dell'altro, una comunità che rappresenta Milano in tutto il mondo. Siamo uniti, fianco a fianco con tutti i nostri tifosi. Abbiamo già annunciato che rimborseremo tutti coloro che hanno dimostrato il loro amore per il Milan e faremo ulteriori passi per sostenere nostri tifosi e aiutarli a superare questo difficile momento, ricambiando il loro immutato sostegno per il nostro Club".