Quique Setien come Leo Messi. L'ormai ex allenatore del Barcellona, esonerato dal club dopo il roboante 8-2 contro il Bayern Monaco in Champions League, avrebbe infatti imitato l'attaccante argentino per recapitare alla società catalana una sua richiesta specifica. Secondo quanto affermato da ‘Cadena Ser', Setien avrebbe infatti inviato il famoso ‘burofax', un fax molto conosciuto in Spagna e che rappresenta una sorta di lettera ufficiale, l'equivalente della nostra pec.

Nel documento Setien chiede che gli venga ufficialmente notificato il suo licenziamento per avere così la possibilità di poter essere ingaggiato da un'altra squadra. Una richiesta che arriva nel pieno della bufera Messi e nonostante questo, il Barcellona avrebbe risposto assicurandolo che la questione verrà risolta in tempi brevissimi. Setién però, insieme al suo staff tecnico, hanno anche chiesto il pagamento di un risarcimento, che non è ancora stato reso effettivo. Setien è stato sostituito da Ronald Koeman sulla panchina del Barcellona.

Setien come Messi: un burofax al Barcellona

Un risarcimento al Barcellona per lui e il suo staff per via dell'esonero dopo la sconfitta per 8-2 contro il Bayern Monaco in Champions League. E' stato molto chiaro Quique Setien che attraverso il famoso ‘burofax', usato anche da Leo Messi nella giornata di ieri per comunicare al Barcellona la sua volontà di non voler restare in Catalogna, ha chiesto che gli venga subito notificato il suo licenziamento dal club in modo tale da potersi accordare con un'altra squadra.

Il Barcellona lo accontenterà, questo è certo, nonostante la bomba mediatica che si è scatenata dopo l'annuncio dell'addio di Messi, ma non si aspettava di certo anche la richiesta del risarcimento. Secondo ‘Cadena Ser' infatti, l'allenatore avrebbe fatto questa richiesta anche per venire incontro al suo staff tecnico.