Andrea Pirlo sarà il prossimo allenatore della Juventus Under 23, prenderà il posto di Fabio Pecchia al quale non è bastato vincere la Coppa Italia di Serie C per conservare l'incarico. Ad affiancare il "professore" sulla panchina dei bianconeri ci sarà Roberto Baronio, amico ed ex compagno di squadra ai tempi del Brescia. Accordi raggiunti (come rilanciato nelle ultime notizie di Sky Sport) ma per l'ufficialità bisognerà attendere qualche settimana quando la stagione avrà emesso gli ultimi verdetti. La Juventus Under 23, infatti, è in corsa ancora per la promozione in Serie B, traguardo che potrà raggiungere attraverso i playoff a margine di un campionato anomalo e che ha rischiato di essere archiviato in anticipo a causa della pandemia da Covid-19.

È la prima avventura da allenatore dell'ex campione del mondo a Berlino 2006. Pirlo ha appesso le scarpette al chiodo nel 2018 dopo aver giocato per 3 anni nella Major League americana tra le fila del New York City. Brescia, Reggina, Inter, Milan e Juventus le maglie dei club che lo hanno visto protagonista in Serie A (per un totale di 493 presenze e 58 gol segnati) e in Champions League (108 presenze, 8 gol).

La bacheca è ricca di trofei. Il più prezioso è sicuramente la medaglia di campione del mondo infilata al collo nella notte di Berlino che la Nazionale di Marcello Lippi colorò d'azzurro battendo la Francia in finale ai calci di rigore. Pirlo è stato 2 volte campione d'Europa con il Milan e una volta campione del mondo per club (sempre con la casacca del Milan). Ha vinto 6 scudetti (4 in bianconero, 2 tra le fila del "diavolo"), 2 Coppe Italia (una a Torino, l'altra nella Milano rossonera), 3 Supercoppe italiane e Supercoppa Uefa. Il Viareggio col Brescia (nella stagione 1995/1996) e il titolo di campione d'Europa con l'Under 21 completano il palmares.