André Villas-Boas infiamma la Supercoppa di Francia. Domani si affronteranno a Lens l'Olympique Marsiglia e il Paris Saint-Germain per assegnare un trofeo che fa riferimento alla scorsa stagione e che originariamente si doveva giocare il primo agosto 2020 ma è stato spostato a causa della pandemia di Covid-19. Nella conferenza stampa della vigilia il tecnico portoghese dell'OM ha parlato delle differenze tra i due club e di come sia squilibrata la lotta in Francia tra il PSG e tutte le altre: "L'OM non ha vinto nulla da quando il PSG ha cambiato il volto del calcio francese. Ma non è colpa nostra, ​​è la realtà del campionato più squilibrato del mondo. Quando il PSG sbaglia, bisogna approfittarne, come ha fatto Monaco nel 2017. Per il resto, la regola dice che il PSG vince tutti i titoli".

Le parole di Villas-Boas esprimono un sentimento condiviso da molti club e tifosi francesi negli ultimi anni, visto che dall'acquisto della squadra parigina da parte della Qatar Investment Authority Nell'estate 2011 e ha cambiato completamente il volto di una squadra, che faceva fatica ad entrare in Europa e che si navigava al centro della classifica del campionato transalpino.

Infine l'ex allenatore di Porto, Chelsea e Zenit San Pietroburgo ha detto chiaramente che la sua squadra non avrà niente da perdere e se la giocherà senza troppe pressioni dalla sua parte: "Abbiamo un'opportunità e vedremo se riusciremo a coglierla. Non abbiamo nessuna pressione perché, come dicevo prima, c'è una differenza di un miliardo e mezzo di investimenti tra i due club, ed è la realtà". Un modo, quello di Villas-Boas, per mettere pressione agli avversari in vista della finale e lanciare una frecciata ai vertici del calcio francese sulla scarsa competitività e appeal del torneo al di fuori dei confini nazionali.