69 CONDIVISIONI

Alla Fiorentina non basta un grande finale per battere il Ferencvaros: pari con tanti rimpianti

La Fiorentina soffre ma nel finale si divora due occasioni per vincere: contro il Ferencvaros si ferma sul 2-2, frutto di diversi errori commessi nel corso del primo tempo.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Ada Cotugno
69 CONDIVISIONI
Immagine

Una partita cominciata male ma finita con tanti rimpianti: la Fiorentina si ferma sul 2-2 contro il Ferencvaros, frutto di un primo tempo sbagliato e una formazione che non ha dato grandi garanzie a Italiano. Con i cambi la viola ha cambiato marcia e nel finale ha rischiato davvero l'impresa.

La doccia fredda per la Fiorentina arriva dopo 25 minuti di gioco: dopo qualche primo assalto che non ha cambiato il risultato, la squadra di Italiano crolla sotto i colpi del Ferencvaros che con Varga lasciato solo davanti a Terracciano sblocca la partita e gela il Franchi. Gli ungheresi si dimostrano avversari insidiosi, bravi a sfruttare ogni momento per trovare i varchi giusti e attaccare una viola spenta e troppo incline a commettere errori sotto la porta.

Immagine

Anche nella ripresa la storia è sempre uguale: dopo appena cinque minuti il Ferencvaros trova la rete del raddoppio con il colpo di testa di Cisse, arrivato sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Questa volta il gol sortisce qualche effetto sulla Fiorentina che si sveglia dal torpore che l'aveva avvolta nel corso del primo tempo.

Gli ungheresi arrivano anche a un passo dalla terza rete con il palo trovato da Ben Romdhane, la vera scintilla che consente alla viola di cambiare marcia. Da quel momento c'è un'altra squadra in campo, grazie anche ai cambi di Italiano che restituiscono equilibrio e dinamicità, caratteristiche che erano mancate nella prima fase di gioco.

Al 66′ Barak riapre tutto con un colpo di testa su cross di Parisi che restituisce speranze alla Fiorentina, partita adesso all'attacco. Qualche minuto più tardi arriva anche il pari di Nico Gonzalez, annullato però dall'arbitro per una posizione irregolare nell'azione che ha portato alla rete.

Immagine

L'atteggiamento della Fiorentina però è quello giusto e i brividi arrivano tutti nel finale: al 93′ Ikoné trova finalmente il gol del 2-2 (questa volta regolare) e da quel momento si scatena il panico nell'attacco della viola che si divora almeno due grandi occasioni per poter vincere la partita con il brivido.

69 CONDIVISIONI
Le partite della 25ª di Serie A: Empoli, pari di rigore con la Fiorentina. Gaetano salva il Cagliari a Udine
Le partite della 25ª di Serie A: Empoli, pari di rigore con la Fiorentina. Gaetano salva il Cagliari a Udine
Gli striscioni durante Empoli-Fiorentina: "Morire di lavoro non può essere accettato. Basta vittime innocenti"
Gli striscioni durante Empoli-Fiorentina: "Morire di lavoro non può essere accettato. Basta vittime innocenti"
Brahim Diaz lancia il Real Madrid in Champions: l'ex Milan decisivo a Lipsia nell'andata degli ottavi
Brahim Diaz lancia il Real Madrid in Champions: l'ex Milan decisivo a Lipsia nell'andata degli ottavi
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni