154 CONDIVISIONI

Paolo Banchero inizia con uno show: esordio da sogno in NBA, 27 punti e numeri alla LeBron James

L’ala azzurra si regala un debutto da ricordare, macchiato solo dalla sconfitta dei suoi Magic contro i Detroit Pistons. L’NBA però si è subito accorta del talento del ragazzo che vuole vestire la canotta Italbasket.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Luca Mazzella
154 CONDIVISIONI
Immagine

Un esordio da sogno. Anzi, da Prescelto. Non è un caso che si usi questo aggettivo dato che alla prima partita NBA in carriera Paolo Banchero, prima scelta del draft 2022 degli Orlando Magic e futuro giocatore della nazionale italiana di basket con la quale si spera possa disputare i prossimi mondiali in programma ad agosto, è riuscito a scomodare niente di meno che sua maestà LeBron James, The Chosen One appunto.

Banchero ha infatti chiuso a 27 punti, 9 rimbalzi, 5 assist e 2 stoppate la partita poi persa in volata per 113-109 contro i Detroit Pistons, entrando nella storia NBA come primo rookie dai tempi del fenomeno nativo di Akron a bagnare il suo esordio con una partita da almeno 27 punti, 5 rimbalzi e 5 assist, e terzo di sempre con un'altra assoluta leggenda del Gioco come Kareem Abdul Jabbar.

Banchero ha costruito il suo debutto memorabile partendo subito con le marce alte e mostrando tutta la sua aggressività nell'attaccare il ferro: primo canestro dopo 20 secondi, con un bel semigancio usando il corpo dell’avversario a suo piacimento, prima schiacciata dopo 2 minuti con una bimane a centro area, primo jumper dopo un coast-to-coast palla in mano e mostrando un ball-handling ancora più evoluto rispetto a quello già brillante esibito negli ultimi mesi di Duke e nelle apparizioni in Summer League e pre-season, prima stoppata dopo 4 minuti su Bogdanovic.

Tutto questo nei primi 8 minuti in campo da giocatore NBA, chiusi con 3/3 al tiro, 1/2 ai liberi, 1 rimbalzo, 1 stoppata e +14 di plus/minus prima di sedersi per due falli prematuri sanzionati. Una volta rientrato però, il copione non è cambiato e di prepotenza assoluta Paolo si è issato fino ai 27 punti finali, incontrando come unico ostacolo qualche fallo di troppo – ma per un rookie è il minimo – e suggellando la sua gara memorabile con una schiacciata sul malcapitato Cory Joseph, abbattuto di pura potenza per l'inchiodata a una mano.

Le parole di Banchero a fine partita

Record-man, ma non sazio. A fine gara Paolo, evidentemente rammaricato per non aver centrato la vittoria, ha fatto autocritica nel parlare dei punti "lasciati per strada" e degli "appoggi da sotto facili che ho sbagliato, che so di poter segnare e sui quali dovrò lavorare sodo", ma è innegabile che tutto l'hype che accompagnava il nativo di Seattle nel suo avvicinamento all'NBA ha trovato stanotte la miglior conferma possibile. Paolo è il rookie forse più pronto dell'intero draft e non è sembrato patire né il livello fisico di avversari non più universitari ma professionisti, con maggior esperienza e stazza, né ritmi e intensità dell'NBA ovviamente diversi da quanto visto a Duke lo scorso anno.

Usato spesso e volentieri come terminale offensivo della squadra, Banchero ha mostrato tutta la sua versatilità nel giocare da palleggiatore, da lungo bloccante e "rollante", spalle e faccia a canestro, insomma tutto il repertorio che rende questo ragazzo un'autentica gemma su cui i Magic intendono costruire il futuro della franchigia, e che tutti gli italiani, da coach Pozzecco in primis, sperano di poter abbracciare quanto prima facendone il volto e la bandiera di un intero Movimento. Il tricolore sugli account social è sempre lì a ricordarci che Banchero ha l'Italia nel cuore e intende rispettare la parola data. Sarà questione di mesi, poi potremo goderci tutto questo da una prospettiva privilegiata.

154 CONDIVISIONI
Le condizioni del piede di LeBron James dopo una vita in NBA: spende 80mila euro l'anno per le cure
Le condizioni del piede di LeBron James dopo una vita in NBA: spende 80mila euro l'anno per le cure
Coppa Italia di basket in TV, dove vedere le partite delle Final Eight: orari e canale
Coppa Italia di basket in TV, dove vedere le partite delle Final Eight: orari e canale
Messina disegna l'ultimo gioco della finale, Brown lo spia: nessun giocatore di Milano se ne accorge
Messina disegna l'ultimo gioco della finale, Brown lo spia: nessun giocatore di Milano se ne accorge
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni