1.082 CONDIVISIONI
11 Settembre 2022
20:42

Italia-Serbia è l’ottovolante di Pozzecco: esce espulso in lacrime, finisce in ginocchio urlando

Nella notte della straordinaria impresa dell’Italia che batte agli ottavi degli Europei di basket, la Serbia, Gianmarco Pozzecco è stato protagonista di un autentico show: trasformando la sua espulsione nella scossa determinante.
A cura di Alessio Pediglieri
1.082 CONDIVISIONI

Impresa. Non si può definire in nessun altro modo il successo dell'Italia del Basket agli Europei contro la Serbia. Una partita straordinariamente perfetta degli Azzurri che si giocano punto a punto il passaggio del turno, soffrendo e poi riuscendo ad emergere in un ultimo quarto da leggenda. E mentre i giocatori davano il meglio di sè sul parquet conquistando 94-86 i quarti di finale meritandosi la Francia, a bordo campo è andata in scena una partita nella partita, quella di Gianmarco Pozzecco, che ha dato vita al suo solito show fatto di urla, richiami, proteste (che gl isono costate l'espulsione), lacrime e gioia.

Le triple di Spissu e di Polonara, la difesa asfissiante Jokic che pur è stato autore di una prova ai limiti dell'umano. Così è arrivata per gli azzurri l'impresa più grande, nella partita più difficile laddove tutto sembrava apparecchiato per far qualificare la Serbia agli Europei, dopo il "biscotto" confezionato tra Croazia e Ucraina. Ma a spacchettare il tutto ci ha pensato un'Italia che in campo ha messo grinta, cuore e qualcosa di più, di unico, che adesso dovrà essere propellente per proseguire nel torneo dove sognare ora è un obbligo.

Nel mezzo di una gara tiratissima, Gianmarco Pozzecco è stato espulso obbligato a lasciare il campo di Berlino a metà del terzo quarto, proprio nel momento in cui l'Italia stava rientrando in partita. Fatale il secondo fallo tecnico che gli è stato fischiato nel corso dell’incontro: il primo era arrivato per vigorose proteste in avvio della prima frazione, il secondo è giunto sul 61-57 per la Serbia, lasciando le redini in panchina e dovendosi rifugiare nel tunnel della Mercedes Benz Arena, concedendo tre tiri liberi agli avversari, che sono così volati sul 63-57.

La grinta di Pozzecco: espulso, ha saputo trasformare un momento difficile nell’attimo vincente
La grinta di Pozzecco: espulso, ha saputo trasformare un momento difficile nell’attimo vincente

Ma l'uscita del "Poz" ha scatenato la rabbia e l'orgoglio degli Azzurried è stato il vero e proprio attimo vincente: da quel momento è iniziata una  una nuova partita con l'Italia che ha raggiunto e superato la Serbia che non è più riuscita a tenere il ritmo a canestro, obbligata sempre a rincorrere e, poi, a soccombere. Due triple consecutive dello scatenato Spissu hanno dato la scossa permettendo  il pareggio, prima di un ultimo quarto assolutamente glorioso.

Gianmarco Pozzecco ha così voluto trasformare la sua espulsione in qualcosa di unico, immediatamente prima di lasciare il parquet: una scelta di impatto, "alla Pozzecco", mostrando l'incredibile leadership che gode all'interno del gruppo azzurro. Prima ha chiamato a raccolta tutti i suoi giocatori e li ha abbracciati in maniera calorosa, poi ha riunito lo staff tecnico e lo ha caricato per il prosieguo della partita. Infine si è diretto verso la panchina serba e ha dato il 5 a tutti gli avversari, ultimo segnale della grandezza di un uomo e di un professionista che tutto il mondo ci può solamente invidiare.

Fatto tutto, Pozzecco ha rotto poi gli argini lasciando fluire all'esterno l'immensa tensione del momento, piangendo a dirotto. Sia per la consapevolezza di dover lasciare la squadra al proprio destino, sia per le tante emozioni e pressioni che il match e il momento gli aveva richiesto fino a quel momento. Ma lo show personale di Pozzecco è continuato anche dietro le quinte, seguendo punto per punto l'evolversi dell'impresa dei suoi, fino al fischio finale quando si è lasciato andare ad una esultanza sfrenata.

Pozzecco si è prima accasciato letteralmente sul parquet dell'Arena berlinese, esausto e felice di quanto conquistato dai suoi ragazzi, poi, in piena trance agonistica, ha sfogato ancora l'incredibile entusiasmo saltando letteralmente in braccio a Giannis. Il gigante greco, stava percorrendo il tunnel con cuffie e bottiglietta in mano, quando è stato letteralmente "investito" dal Ct azzurro che gli è saltato in braccio abbracciandolo senza capire fino in fondo cosa fosse accaduto e restando evidentemente perplesso dal tutto. In un video divenuto subito virale sui social.

Pozzecco esulta, tutta l'Italia esulta. La nazionale azzurra ha tramortito il gigante serbo, colpendolo al cuore nel momento clou di una partita che è già entrata nella storia e che si può riassumere semplicemente nel commento finale ancora di Gianmarco Pozzecco, arrivato pochi istanti dopo il successo azzurro: "Abbiamo shockato il mondo, abbiamo shockato il mondo!"

1.082 CONDIVISIONI
Neymar disperato in panchina in Brasile-Serbia, si copre il volto in lacrime: la caviglia è enorme
Neymar disperato in panchina in Brasile-Serbia, si copre il volto in lacrime: la caviglia è enorme
Finisce il sogno dell'Italia di Coppa Davis, va in finale il Canada: Berrettini e Fognini battuti
Finisce il sogno dell'Italia di Coppa Davis, va in finale il Canada: Berrettini e Fognini battuti
L'Italbasket vola ai Mondiali 2023! Battuta la Georgia dopo una gara di sofferenza
L'Italbasket vola ai Mondiali 2023! Battuta la Georgia dopo una gara di sofferenza
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni