Sette Champions League e cinque titoli italiani con i club di appartenenza e con la maglia della Nazionale un Mondiale (2002), un europeo (2009) oltre a due argenti (2001 e 2005) e un bronzo continentale (1999): Francesca Piccinini però non è soddisfatta e a 41 anni ha deciso di proseguire la sua immensa carriera. E' pronto il rinnovo per un'altro anno con Busto Arsizio, la stagione che condurrà alle prossime Olimpiadi di Tokyo, rinviate di 18 mesi causa pandemia e che sono diventate il prossimo, principale obiettivo dell'azzurra.

La notizia era nell'aria da tempo e adesso sta prendendo la forma ufficiale di un rinnovo con la Unet e-work Busto Arsizio che ha pronto un contratto con un altro anno insieme alla schiacciatrice italiana, icona moderna del volley  azzurro che, all'indomani dello slittamento delle Olimpiadi giapponesi aveva subito fatto sapere di voler continuare a giocare per quel nuovo obiettivo fissato per l'estate 2021.

‘ultima stagione era stata caratterizzata da una serie di situazioni più uniche che rare: l'atleta toscana aveva abbandonato infatti la scena el volley italiano tra settembre e dicembre 2019, subito dopo la conquista della sua ultima (e settima) Champions con la maglia di Novara. Poi aveva deciso di rientrare indossando la casacca di Busto Arsizio, club con cui continuerà anche per il 2020/2021-. Ma non sembrava una scelta vincente: poche partite disputate con una condizione fisica incerta, fino all'ultimo problema, lo stop per coronavirus. Infine, il rinvio delle Olimpiadi e adesso, la voglia di ripartire subito.

La decisione di andare avanti era nell’aria, e arriverà anche la firma di Francesca Piccinini sul prolungamento di contratto con la società lombarda costruita per provare a confermarsi ai vertici della Serie A1 e con la possibilità di disputare la Champions League, terra di conquista per la Piccinini.