Olimpiadi Tokyo 2020
31 Luglio 2021
10:59

Nino Pizzolato bronzo nel sollevamento pesi: 24a medaglia per l’Italia alle Olimpiadi

Antonino Pizzolato si è piazzato sul terzo gradino del podio nella gara di sollevamento tesi, categoria -81 kg delle Olimpiadi di Tokyo. Soddisfazione enorme per l’azzurro che con un tentativo in extremis ha provato addirittura a centrare l’argento. Si tratta della ventiquattresima medaglia per l’Italia.
A cura di Marco Beltrami
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

Altra gioia per l'Italia alle Olimpiadi di Tokyo. Impresa di Nino Pizzolato che è riuscito a conquistare la medaglia di bronzo nel sollevamento pesi, categoria -81 kg. Il classe 1996 di Castelvetrano che ha provato anche a conquistare in extremis l'argento, si è piazzato dunque sul terzo gradino del podio alle spalle del cinese Lyu e del dominicano Bonnat. 24a medaglia per la squadra azzurra.

Antonino Pizzolato ha regalato emozioni alle Olimpiadi di Tokyo. Una medaglia fortemente voluta quella del sollevatore italiano protagonista di una prova di forza. L'atleta siciliano ha alzato 200 kg posizionandosi alle spalle del cinese Lyu che ha poi vinto la medaglia d'oro. Negli ultimi due tentativi, l'azzurro ha provato prima a sollevare 203 kg, e poi già certo almeno del bronzo, ha provato a tirar su 210 kg. Niente da fare per Pizzolato, che con il suo terzo gradino del podio ha comunque ottenuto un risultato eccezionale, gettando il cuore oltre l'ostacolo. 24a medaglia per l'Italia in una giornata ricca di soddisfazioni, con i titoli conquistati da Nespoli, argento, Quadarella e Testa, bronzo.

Pizzolato ha ottenuto così il miglior risultato della sua carriera. L'atleta siciliano prima di oggi si era contraddistinto a livello giovanile per una medaglia di bronzo e una d'argento ai mondiali juniores e un titolo di campione europeo juniores nella categoria 85 kg. Poi il salto tra i "grandi" e il terzo posto Mondiali di Anaheim 2017 (358 kg totali), per una medaglia che mancava all'Italia da 32 anni. Dopo il ritorno in gara post-squalifica di 10 mesi, per presunti atteggiamenti intimidatori nei confronti di altri atleti, Nino si è laureato campione europeo negli 81 kg ai campionati di Batumi 2019 e a Mosca 2021 con il record italiano di 370 kg. Ora l'exploit olimpico, il più bello.

(in aggiornamento)

466 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni