117 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

L’Italia lotta e fa sognare ma l’Inghilterra vince 27-24: esordio amaro nel Sei Nazioni 2024

L’Italia fa sognare ma l’esordio nel Sei Nazioni 2024 è amaro: l’Inghilterra vince 27-24.
A cura di Vito Lamorte
117 CONDIVISIONI
Immagine

L'Italia fa sognare ma l'esordio nel Sei Nazioni 2024 è amaro: l'Inghilterra vince 27-24. Sconfitta a testa alta per gli Azzurri, che pagano un secondo tempo davvero difficile e salvato solo nel finale dalla meta di Ioane che ha regalato il punto di bonus alla squadra di Gonzalo Quesada. 

Bisogna ripartire dalle tante note positive in vista del prossimo match in Irlanda. Inoltre, bisogna ricordare le tante assenze con cui l’Italia ha dovuto fare i conti: su tutte quella di Ange Capuozzo, messo fuori gioco nelle scorse ore da una gastroenterite, ma vanno tenute in considerazione anche quelle di Iachizzi, Ferrari, Riccioni, Nemer, Lamb e Odogwu.

L'Olimpico ha visto un'Italia molto convincente nella prima frazione, che è andata negli spogliatoi avanti 17-14 grazie alle mete di Alessandro Garbisi e Allan, ma a sorprendere è stata una difesa che ha costretto gli inglesi alla sola meta di Daly. Nella prima parte ha funzionato praticamente tutto per il CT Quesada ma dopo l'Inghilterra ha fatto valere la sua qualità e la sua esperienza, riuscendo a ribaltare tutto.

Immagine

Tre mete a due per l'Italia ma nella ripresa gli Azzurri hanno sofferto la grande fisicità dei rivali, che con un parziale di 13-7 hanno ribaltato il match e si sono presi la vittoria a Roma.

C'è grande rammarico per il secondo tempo, che si è giocato esclusivamente nella metà campo dell’Italia: nel finale gli Azzurri sono stati bravi comunque a strappare un punticino grazie alla meta di Ioane, che ha ridotto il gap entro i sette punti di scarto.

Il CT dell’Italrugby Quesada ha commentato così il debutto della Nazionale al Sei Nazioni: “Sono fiero del carattere mostrato dalla squadra, soprattutto in qualche situazione difficile vicino alla nostra meta. Abbiamo perso di soli 3 punti contro una formazione molto forte, potente e aggressiva. Non siamo tristi, ma al tempo stesso non siamo soddisfatti e questo mi piace tanto. Nel secondo tempo l’Inghilterra ci ha portato nella sua partita. Senza pallone è difficile per noi; a oggi per potere attaccare dobbiamo prendere il loro gioco al piede e organizzarci per mettere noi pressione. Sappiamo che avremmo potuto fare meglio. Ma per essere una partita preparata in due allenamenti, già possiamo vedere dove mettere l’accento la prossima settimana“. Il prossimo avversario è l’Irlanda, campionessa in carica e vincitrice contro la Francia: “Sarà un contesto più duro di oggi, dovremo fare ancora meglio”.

Immagine

Il tabellino di Italia-Inghilterra

Marcatori: 4′ Allan (I, cp), 11′ Garbisi A. (I, m) Allan, 15′ Ford (IN, cp), 19′ Daly (IN, m), 26′ Allan (IT, m) Allan, 33′ Ford (IN, cp), 33′ Ford (IN, cp), 44′ Mitchell (IN, m) Ford, 53′ Ford (IN, cp), 67′ Ford (IN, cp), 84′ Ioane (I, m) Garbisi.

117 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views