24 Ottobre 2021
11:59

La storia di Gidey, nuovo primatista mondiale della mezza maratona: “Non mi piaceva correre”

Letesenbet Gidey ha firmato il nuovo primato mondiale della mezza maratona a Valencia con il tempo di 1h02’52”. La 23enne mezzofondista etiope, che detiene i record mondiali dei 5000 metri e dei 10000, ha migliorato di oltre un minuto il precedente record stabilito da Ruth Chepngetich in avvio di stagione a Istanbul.
A cura di Vito Lamorte

Record e numeri, numeri e primati. Letesenbet Gidey ha battuto il record mondiale di mezza maratona femminile chiudendo la sua prova alla Valencia Half Marathon Trinidad Alfonso EDP in un'ora, due minuti e 52 secondi. La 23enne è la prima donna a scendere sotto il muro dell’1h e 3′ dopo essere passata ai 15 km in 44’29”, a circa 1’1″ di vantaggio sul primato mondiale della connazionale Ababel Yeshaneh. L'atleta etiope è già detentrice del record mondiale dei 5.000 metri, a ottobre 2020 ha messo a referto 14’6″62; e dei 10.000, quando lo scorso giugno ha chiuso il suo tempo in 29’1″03. La Gidey sulle strade della città spagnola ha migliorato di oltre un minuto il precedente record della mezza maratona di 1:04:02 dell'atleta del Kenya Ruth Chepngetich all'inizio del 2021 a Istanbul e dopo la medaglia di bronzo dei 10.000 metri alle Olimpiadi di Tokyo si è presa questo primato: "Sono così felice di battere il record del mondo nella mia prima mezza maratona e nella mia prima gara per la NN Running Team. Gracias Valencia".

Si tratta di un percorso alquanto particolare quello della Gidey, che era stato espulsa dalla scuola per essersi rifiutata di partecipare alle lezioni di educazione fisica. Lo raccontò lei stessa in un'intervista del 2015: "Non mi piaceva per niente correre. Ho portato i miei genitori a scuola per parlare con il preside con la speranza di essere reintegrata. Hanno accettato di farmi tornare solo se avessi gareggiato per la scuola. Ho accettato con riluttanza, solo per avere la possibilità di tornare a scuola".

Ai 10 chilometri la frazione era  di 29:45 minuti, circa 35 secondi in più rispetto al ritmo di Chepngetich quando ha stabilito il record, ma Gidey è migliorata costantemente fino a staccare questo primato con il passare dei km. Nessuna è stata in grado di tenere il suo ritmo e così ha portato a casa un primato storico. Dietro la Gidey si è piazzata la Yehualaw, che è scesa sotto il precedente limite (1:03:51) e al terzo posto si è piazzata la keniana Sheila Chepkurui (1:04:54).

Nella gara maschile il keniano Abel Kipchumba ha vinto in 58:07 minuti, portandosi al sesto posto nella classifica mondiale di tutti i tempi; con i connazionali Rhonex Kipruto e Daniel Mateiko si sono piazzati al secondo (58:09) e terzo (58:26) posto. La gara di Valencia, che ha aperto il circuito di quest'anno, si conferma come la più veloce al mondo in quanto detiene sia il record mondiale maschile che quello femminile nella mezza maratona.

Il sorteggio più importante della storia dell'Italia: saltare ancora i Mondiali sarebbe un disastro
Il sorteggio più importante della storia dell'Italia: saltare ancora i Mondiali sarebbe un disastro
Conegliano nella storia del volley mondiale: eguagliato il record mostruoso di vittorie consecutive
Conegliano nella storia del volley mondiale: eguagliato il record mostruoso di vittorie consecutive
Corre la maratona spingendo la madre malata di sclerosi multipla: "Il mio giorno più bello"
Corre la maratona spingendo la madre malata di sclerosi multipla: "Il mio giorno più bello"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni