Sono stati sequestrati mezzi coinvolti nell'incidente di Alex Zanardi da parte della procura di Siena che ha aperto un'inchiesta. Nelle indagini ancora in corso che stanno cercando di ricostruire quanto accaduto nel pomeriggio di venerdì 19 giugno, attorno alle 17 quando la handbike di Zanardi si è schiantata contro un camion proveniente dalla corsia opposta, i carabinieri della compagnia di Montepulciano (in provincia di Siena) hanno deciso di prendere in custodia i due mezzi coinvolti.

I militari hanno sequestrato il camion, guidato da un 44enne senese, contro cui ha sbattuto violentemente Alex Zanardi, e l'handbike su cui viaggiava il 53enne campione paralimpico. Il sequestro è stato reso necessario per ricostruire la dinamica dell'incidente in cui sembrerebbe essere stato fatale uno sbandamento in curva del mezzo di Zanardi. Dalle prime ricostruzioni, l'autista del camion avrebbe provato anche a frenare e a sterzare ma l'impatto sarebbe stato inevitabile: Zabardi avrebbe sbattuto prima sulla predella laterale della cabina e poi su una ruota. Le sue condizioni sono gravissime

Indagato camionista, negativo a test su alcol e droga

Il camion era guidato da un 44enne autotrasportatore, residente in provincia di Siena. E' stato sottoposto all'alcoltest e al prelievo per la ricerca di sostanze stupefacenti e in entrambi gli esami hanno dato risultati negativi. L'autista ha anche rilasciato spontanee dichiarazioni ai carabinieri e ha raccontato la sua versione dei fatti. L'autista è stato indagato formalmente per atto dovuto. La Procura di Siena ha infatti aperto un fascicolo per il reato di "lesioni gravi o gravissime da incidente stradale".

"Mai avuto comunicazione ufficiale della manifestazione"

Il sindaco di Pienza (Siena), Manolo Garosi, in merito all'incidente di Alex Zanardi con l'handbike avvenuto venerdì pomeriggio contro un camion nel territorio comunale di competenza, ha affermato di non avere mai ricevuto alcuna comuniczione dello svolgimento di eventi o manifestazioni sportive su strada. Il riferimento è alla gara in staffetta "Obiettivo tricolore": "Ci era stato comunicato solamente via Facebook che si sarebbe tenuto un saluto istituzionale in piazza, poi annullato per motivi di ritardo sulla tabella di marcia della manifestazione".