21 Gennaio 2022
12:11

Divorzio al veleno tra Jacobs e Fedez, dal contratto ceduto all’accordo con Nike: cosa è successo

I motivi della lite tra il campione olimpico Marcell Jacobs e l’agenzia di comunicazione di Fedez che hanno portato il rapper ha presentare ricorso al Tribunale di Milano contro l’atleta azzurro e la nuova società che lo rappresenta.
A cura di Michele Mazzeo

L'infuocato divorzio tra il campione olimpico Marcell Jacobs e l'agenzia di comunicazione Doom gestista dal rapper Fedez e dalla madre finirà in Tribunale. Il marito di Chiara Ferragni infatti non ha preso di buon grado la rescissione del contratto da parte dell'atleta italiano e il suo passaggio ad una società internazionale con sede a Londra e ha avviato un'azione legale nei suo confronti in quanto considera infondata e illegittima la sua recessione unilaterale dell'accordo.

Sarà ora dunque un giudice a decidere chi ha ragione e chi ha torto in questa vicenda balzata improvvisamente agli onori della cronaca quando la Doom ha deciso di fare ricorso al Tribunale di Milano per far accertare in via d’urgenza l'eventuale inadempimento contrattuale dell’atleta.

Una vicenda complicata che va snocciolata fin dal principio per essere compresa a pieno. Bisogna partire infatti da quando Marcell Jacobs, non ancora stella dell'atletica mondiale, ha firmato un piccolo accordo con la Zdf (la società di Fedez che inizialmente vedeva tra i soci fondatori anche J-Ax e Fabio Rovazzi poi fuoriusciti a causa di divergenze con il rapper) affinché lo aiutasse a guadagnare maggiore visibilità sui social network. Lo scorso anno questo contratto viene ceduto dalla Zdf alla Doom (un'altra azienda di proprietà del 32enne milanese che gestisce insieme alla madre) ed è proprio in questa cessione che gli avvocati di Jacobs (insoddisfatto dei servizi resi dall'agenzia prima ancora dell'exploit alle olimpiadi di Tokyo 2020) avrebbero trovato il motivo per chiudere anticipatamente il contratto che sarebbe scaduto a settembre del 2022.

Dopo la risoluzione di quell'accordo, il velocista azzurro si è legato ad una nuova società: la londinese X-Hybrid, gestita dall’imprenditore Luca Oddo. Questo ha mandato su tutte le furie Fedez che ha deciso quindi di presentare un ricorso d'urgenza al Tribunale di Milano contro Jacobs e la nuova società che lo rappresenta. Questa diatriba legale arriva in un momento molto delicato per il campione olimpico dei 100 metri e della staffetta 4×100 che a breve, il 4 febbraio a Berlino, tornerà finalmente a correre.

In ballo c'è infatti anche un nuovo eventuale accordo milionario con lo sponsor tecnico Nike: il contratto come testimonial del colosso americano dopo il successo di Tokyo è stato soltanto ritoccato (sono stati aggiunti dei bonus) ma non è stato prolungato. Pertanto adesso toccherà a Marcell Jacobs dimostrare in pista (in una stagione che prevede Europei e Mondiali, sia indoor che outdoor) alla Nike di meritare cifre più alte e condizioni più vantaggiose come le altre star dello sport legate al marchio statunitense. Ed è, probabilmente, anche per questo che l'uomo più veloce del mondo avrebbe deciso di affidarsi ad un'agenzia internazionale e mettere fine al rapporto con l'agenzia di Fedez.

Un volgare peto è stato fatale a Marcelo: veleni in spogliatoio, messo fuori rosa e poi ceduto
Un volgare peto è stato fatale a Marcelo: veleni in spogliatoio, messo fuori rosa e poi ceduto
Piatti svela cosa è successo con Sinner: "Se uno vuole restare qui, deve sottostare ai miei metodi"
Piatti svela cosa è successo con Sinner: "Se uno vuole restare qui, deve sottostare ai miei metodi"
Sacchi perde il controllo della gara e in campo perdono la testa: cosa è successo in Juve-Bologna
Sacchi perde il controllo della gara e in campo perdono la testa: cosa è successo in Juve-Bologna
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni