649 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 10 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 2 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
5 Settembre 2022
10:32

“Una pensione alle nostre mogli e mamme”, il surreale spot elettorale sulle donne casalinghe

Lo spot elettorale del senatore di Forza Italia Massimo Mallegni cerca e trova l’effetto provocazione. Le polemiche sul sessismo e il maschilismo sono all’orizzonte.
A cura di Andrea Parrella
649 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

La campagna elettorale è entrata nel vivo e i social network rappresentano una specie di prateria nella quale i candidati possano lasciare andare senza briglie le loro proposte, nella speranza di quei quindici minuti di viralità che tutti, prima o poi, sentiamo di meritare.

Tra i video più singolari in circolazione in queste c'è quello di Massimo Mallegni, senatore di Forza Italia candidato per le prossime elezioni ed ex sindaco di Pietrasanta (per tre mandati) che ha realizzato uno spot elettorale destinata a far discutere nelle prossime ore. Il video si apre con l'inquadratura di due donne impegnate nei lavori domestici, una incinta che stira, l'altra più grande anagraficamente che maneggia un aspirapolvere. Quindi l'ingresso in scena di Mallegni:

Occuparsi della famiglia sette giorni su sette non è un lavoro? Dal 26 di settembre se saremo al governo approveremo una legge per dare uno stipendio e una pensione alle nostre mamme e alle nostre mogli.

Le parole del senatore vengono supportate dalle espressioni di approvazione delle due donne. La circolazione del video in queste ore ha già sollevato dibattito intorno a un argomento certamente delicato che non ha a che fare solo con le politiche sociali, ma con l'idea del ruolo della donna in società. Parlare delle donne solo ed esclusivamente in chiave materna o in quella di mogli, discorso per giunta connesoa per di più alla quotidianità da casalinga, è chiaramente il ricalco di un cliché retrogrado e maschilista in cui una larga fetta della società fatica a identificarsi e continuare ad accogliere.

Il retrogusto trash del video elettorale di Mallegni non rende il suo caso meno emblematico dei contenuti di questa campagna elettorale, che si gioca su un confronto acceso tra diversi sistemi valoriali, ma soprattutto sul meccanismo di affermazioni, proposte elettorali e posizioni su determinate tematiche dal chiaro intento provocatorio.

649 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni