Conflitto in Ucraina
17 Marzo 2022
16:19

Arnold Schwarzenegger parla ai soldati russi: “Il vostro governo vi sta mentendo”

In un lungo video che ha i tratti di un discorso presidenziale, l’attore ed ex governatore della California parla al popolo russo e ai soldati, ricordando il caso di suo padre, spinto a partecipare all’assedio di Leningrado dalle bugie del suo governo.
A cura di Andrea Parrella
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

"Amo il popolo russo, per questo voglio dir loro la verità". Con un lungo video pubblicato sui social, Arnold Schwarzenegger prova ad usare tutta la sua notorietà planetaria e capacità persuasiva per rivolgersi ai russi e provare a rompere la barriera che da Mosca si sta sollevando nei confronti della narrazione occidentale di questo conflitto, ovvero quella evidente di un'invasione della Russia in Ucraina.

Il discorso "da presidente" di Schwarznegger

L'attore ed ex governatore della California si rivolge ai russi nella sua lingua, l'inglese, ma la lunga clip di dieci minuti circa è sottotitolata anche in russo, che ha i caratteri di un discorso presidenziale e rende ancora una volta l'idea della capacità di Schwarzenegger di saper intervenire sui temi più caldi con una presa di posizione precisa ed efficace. Si tratta di un video in cui Schwarzenegger parte da lontano, ripercorrendo la storia militare del padre, che aveva visto da vicino l'assedio di Leningrado (che Zelensky nelle ultime ore ha paragonato a quanto sta accadendo a Mariupol) per poi spiegare il suo amore per la Russia e il suo popolo con il ricordo dell'incontro con Yuri Petrovich Vlasov, campione di sollevamento pesi russo che vide per la prima volta esibirsi a Vienna, nel 1961, e che inspirò in lui la passione per questa pratica. Schwarzenegger spiega che quell'incontro, e la foto di Vlasov in camera, lo portarono a litigare aspramente con il padre, ma ad amare profondamente la Russia e i suoi abitanti.

Il video del discorso

Ecco perché intende parlare ai russi con lo stesso spirito e la stessa preoccupazione con cui "avevo già parlato al popolo americano più di un anno fa, nei giorni delle rivolte di Capitol Hill". Quindi l'attore parla alla popolazione per spiegare la menzogna narrativa della denazificazione dell'Ucraina come pretesto per l'invasione.

"Una guerra illegale"

Il messaggio dell'attore non è rivolto solo alla popolazione russa ignara di quanto stia accadendo: "Il governo non sta mentendo solo ai civili, ma anche ai suoi soldati", sostiene Schwarzenegger, aggiungendo: "Alcuni di loro nemmeno sapevano che stessero andando a fare una guerra". Torna quindi al paragone con il padre, austriaco, che "quando andò ad assediare Leningrado era stato spinto a farlo dalle menzogne che il suo governo gli aveva raccontato. Ne tornò distrutto, devastato psicologicamente e fisicamente, vivendo in sofferenza per il resto della sua vita". Menzionando il senso di colpa di suo padre, l'ex governatore prova quindi a fare leva su quello dei soldati russi, tornando a parlare quindi di immagini, quelle che sta vedendo in questi giorni, che sembrano ricordargli istantanee della seconda guerra mondiale. "Questa è una guerra illegale", dice Schwarzenegger, parlando ancora ai russi e invitandoli a diffidare dalla disinformazione e capire la catastrofe che si sta producendo.

2807 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni