244 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2022
1 Febbraio 2022
14:00

Michele Bravi non è fidanzato, chi è l’ex che lo ha aiutato dopo l’incidente

Michele Bravi torna sul palco dell’Ariston con il brano “Inverno dei fiori”, dopo essere stato ospite lo scorso anno. Lontano dalle scene per un lungo periodo a causa di un incidente, il cantante sta riprendendo in mano la sua carriera, anche grazie all’aiuto dell’ex fidanzato.
A cura di Ilaria Costabile
244 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2022

Michele Bravi torna al Festival di Sanremo con il brano Inverno dei fiori. Per il cantate sarà la seconda volta in gara tra i Big, dopo la partecipazione nel 2017 con Il diario degli errori, ma la quinta volta sul palco dell'Ariston (nel 2018 e nel 2021 è stato ospite nella serata delle cover). Dopo un terribile incidente che gli ha cambiato la vita e l'ha tenuto lontano dalle scene, il ragazzo ha ripreso in mano la sua carriera, anche grazie al supporto del suo ex fidanzato, di cui non si conosce il nome.

Michele Bravi è single, cosa sappiamo sulla sua vita privata

Michele Bravi a Verissimo
Michele Bravi a Verissimo

Michele Bravi attualmente è single. Il ventiseienne è concentrato sul tentativo di ricostruire il suo equilibrio e la sua serenità. Sta affrontando un lungo percorso di terapia per il quale ha dovuto rimboccarsi le maniche e armarsi di coraggio, come ha dichiarato in un'intervista a Verissimo: “Oggi non c’è nessuno. Negli ultimi due anni ho fatto un percorso di terapia che ha richiesto un impegno di energie molto forti e a cui sono molto grato”.

Chi è l'ex fidanzato di Michele Bravi

Michele (ph Bravi Clara Parmigiani)
Michele (ph Bravi Clara Parmigiani)

Le sue canzoni parlano di sentimenti forti, di un amore coinvolgente, intenso, che ha permesso una rinascita. E questo insieme di emozioni non poteva che essere frutto della realtà.  Per un periodo piuttosto lungo, probabilmente uno dei più difficili della sua vita, Michele Bravi, 27 anni, è stato fidanzato con un ragazzo di cui non viene mai divulgato il nome. Il suo amore è stato fondamentale per il cantante e lo ha aiutato a risalire in cima dopo l'incidente automobilista in cui è stato coinvolto nel 2018. In una lunga intervista a Verissimo, il cantante ha dichiarato:

Era il mio ragazzo con cui ho condiviso tanti mesi della mia vita. Nel momento in cui quella storia stava nascendo non ne riconoscevo l’importanza. La mia vita a un certo punto ha subito uno strappo e il buio è arrivato davanti ai miei occhi in maniera violenta: avevo perso contatto con il reale. La sua presenza è stata un motivo per orientarsi. Ho capito che l’amavo quando l’ho saputo lasciare andare via.

Dopo la fine della storia con questo ragazzo, nella vita di Michele Bravi pare non essere entrata più nessuna persona capace di fargli perdere la testa. Quel legame ha cambiato il suo modo di vedere e vivere l'amore rispetto al passato, come ha raccontato recentemente all'Huffington Post: "L'amore non è un atto privato, l'amore è un atto pubblico, chi ama deve avere il coraggio di esporsi". 

L'incidente che gli ha cambiato la vita

L'incidente risale alla sera del 22 novembre 2018 in via Chinotto quando Bravi, a bordo di un'auto del car sharing insieme a un'amica, ha impattato contro la moto della donna durante una svolta a sinistra. Secondo una ricostruzione, fatta dal suo avvocato, il cantante non stava effettuando inversione ad U, bensì una svolta a sinistra per accedere ad un passo carraio, manovra in seguito alla quale si è imbattuto nella moto condotta dalla vittima, Rosaria Colia, di 58 anni, che proveniva da dietro rispetto al senso di marcia dell'autovettura guidata da Bravi quindi, alle spalle di quest'ultimo. Al momento dell'impatto, l'auto del ragazzo aveva superato la riga di mezzeria per circa la sua meta, mentre l'impatto è avvenuto in prossimità della portiera posteriore, lato guidatore. La donna a bordo del Kawasaki, è stata sbalzata diversi metri più in là impattando il terreno e perdendo la vita. Il cantante era stato accusato di omicidio stradale, nell'ultima udienza tenutasi il 23 gennaio 2020, il suo avvocato ha chiesto di patteggiare ad un anno e sei mesi con sospensione della pena, richiesta poi accettata dal GUP nel mese di luglio.

244 CONDIVISIONI
569 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni