277 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2022
2 Febbraio 2022
21:15

Il testo e significato di “O forse sei tu”, la canzone di Elisa a Sanremo 2022

Dopo la vittoria all’esordio nel 2001 con “Luce (Tramonti a Nord Est)”, Elisa si ripresenta da concorrente del Festival di Sanremo con “O forse sei tu”.
A cura di Vincenzo Nasto
277 CONDIVISIONI
Elisa Toffoli Sanremo 2022, Foto di @elisatoffoli Instagram
Elisa Toffoli Sanremo 2022, Foto di @elisatoffoli Instagram
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2022

Elisa torna a Sanremo 2022 con "O forse sei tu". La cantante è riuscita da subito a posizionarsi ai primi posti della classifica, raccogliendo prima il favore della Giuria della Sala Stampa e poi di tutte le altre giurie. Dopo la serata cover, Elisa si è posizionata al terzo posto, dopo Gianni Morandi e Mahmood e Blanco. Per lei si tratta della prima partecipazione dopo tanti anni. Infatti, bisogna tornare indietro di 21 anni per rivederla, per la prima volta, protagonista al Festival di Sanremo, quando con la canzone "Luce (Tramonti a Nord Est)", conquistò la 51° edizione della kermesse. Il brano, scritto in collaborazione con Zucchero, il primo in italiano dopo due album in lingue inglese, vinse anche il Premio della Critica Mia Martini, il Premio Volare per la miglior interpretazione, il Premio Radio/Tv private e il Premio Autori. Da lì in poi sempre da ospite, nel 2007 con la premiazione per il disco di diamante, nel 2010 con un medley e con un omaggio a Sergio Endrigo e nel 2019 con il grande duetto con il presentatore Claudio Baglioni sulle note di "Anche Fragile". Il videoclip ufficiale della canzone è stato girato a Cecina.

Il testo di O forse sei tu

Sarà che il tempo poi alla fine proprio non ci sfiora
o forse è solamente il cielo
Quando si colora un po' di più
O forse sei tu
O forse sei tu
Ti capirei se non dicessi neanche una parola
Mi basterebbe un solo sguardo
Per immaginare il mare blu
E niente di più
E niente di più
E chiedimi tu come stai
Se ancora io non l'ho capito
E se domani partirai
Portami sempre con te

Sarò
Tra le luci di mille città
Tra la solita pubblicità
Quella scusa per farti un po' ridere
E io sarò
Quell'istante che ti porterà
Una piccola felicità
Quella stupida voglia di vivere
Sempre
Sempre
sarà che tra tutto il casino sembra primavera
Sarà che la vertigine non mi fa più paura
E guardo giù
O forse sei tu
O forse sei tu
E chiedimi tu come stai
Se ancora lo non l'ho capito
E se domani partirai
Portami sempre con te

Sarò
Tra le luci di mille città
Tra la solita pubblicità
una scusa per farti sorridere
Si che sarò
Quell'istante che ti porterà
Una piccola felicità
Quella stupida voglia di vivere
Sempre
Mille volte
Ti ho cercato
Ti ho pensato
Un po' più forte
Nella notte
Ancora
Mille volte
Quella musica risuona in ogni parte
Nella notte
Forse sei tu
Tra le luci di mille città
Tra la solita pubblicità
Quella scusa per farmi un po' ridere
Forse sei tu
Quell'istante che mi porterà
Una piccola felicità
Quella stupida voglia di vivere
Sempre
Sempre
Sempre
Quella stupida voglia di vivere

Il significato di O forse sei tu

In compagnia di Davide Petrella, braccio autoriale per "O forse sei tu", Elisa Toffoli potrebbe bissare il successo del 2001, quando da esordiente al Festival di Sanremo, con una canzone scritta da Zucchero, si classificò al primo posto con il brano "Luce (Tramonti a Nord Est)". La cantante si presenta alla 72° edizione del Festival con una ballad pop, in cui il crescendo degli archi e della sua voce, proiettano la musica verso l'alto, l'irraggiungibile. Elisa Toffoli si pone tra la lista degli artisti proiettati alla vittoria della kermesse con un brano che inneggia alla ricerca di sé e delle persone cha abbiamo attorno. La complicità anche nell'assenza di parole, una luce che accompagna tutti i suoi viaggi, un pensiero sempre più forte nella notte, che come per la musica, la cantante non riesce proprio a starne senza. Una voglia di ritrovarsi a cui la cantante si arrende, tra la musica e "quell'istante che mi porterà una piccola felicità, quella stupida voglia di vivere".

277 CONDIVISIONI
569 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni