1.473 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Festival di Sanremo 2023

Il Presidente Zelensky ospite in collegamento a Sanremo 2023, l’annuncio di Bruno Vespa

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sarà ospite in collegamento alla serata finale del Festival di Sanremo 2023. Lo ha annunciato Bruno Vespa a Domenica In.
A cura di Ilaria Costabile
1.473 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Durante la puntata di Domenica In del 15 gennaio si parla anche di Sanremo, ormai alle porte e a proposito del Festival è BrunoVespa a lanciare una notizia davvero importante per l'edizione di quest'anno: il presidente ucraino Zelensky sarà in collegamento con l'Ariston.

L'intervento di Zelensky a Sanremo 2023

Volodymyr Zelensky sarà uno degli ospiti, seppur in collegamento, che prenderanno parte alla serata conclusiva del Festival di Sanremo, dove presenzierà anche Bruno Vespa che in questa occasione avrà il ruolo di intermediario e porterà avanti il dialogo tra Amadeus e il presidente ucraino. Un intervento che arriva in un momento davvero importante e significativo, a quasi un anno dallo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina, che procede ininterrottamente provocando distruzione e morte in due paesi arrivati, ormai, quasi allo stremo delle loro forze. L'annuncio è stato fatto durante la puntata di Domenica In e non come di consueto, nello spazio del Tg1 dal conduttore, nonché direttore artistico del Festival.

Il discorso di Zelensky ai Golden Globes

Il presidente ucraino è stato di recente ospite in collegamento anche ai Golden Globes, uno degli aventi internazionali più importanti per il settore del cinema e della tv oltreoceano. In quell'occasione ha dichiarato: "La prima guerra mondiale ha fatto milioni di morti, la seconda guerra mondiale ne ha fatti decine di milioni, non ci sarà una terza guerra mondiale" per poi aggiungere: "Spero che sarete con noi nel giorno della nostra vittoria". Anche durante gli Oscar 2022, dove inizialmente era prevista la presenza di Zelensky, è stato fatto poi un minuto di silenzio per la guerra, per tutte le vittime che in un solo mese gli attacchi russi avevano già disseminato nel paese.

1.473 CONDIVISIONI
712 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views