65 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Festival di Sanremo 2023

Francesco Guccini mai andato a Sanremo: “Bocciate le mie canzoni, di recente una sui migranti”

Francesco Guccini ha rivelato a Diego Bianchi nel corso dell’ultima puntata di Propaganda Live di non essere mai stato al Festival di Sanremo: “Due mie canzoni, cantate dalla Cinquetti e Caterina Caselli, sono state bocciate. Di recente anche una sui migranti, cantata poi da Enzo Iacchetti in un suo disco”.
A cura di Eleonora D'Amore
65 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Francesco Guccini ha rivelato a Diego Bianchi nel corso dell'ultima puntata di Propaganda Live di non essere mai stato al Festival di Sanremo e ne ha spiegato i motivi. Più volte scartato come autore, in ben tre occasioni pare sia stato ignorato per l'ammissione nella gara tra i big:

Due mie canzoni, cantate da Gigliola Cinquetti e da Caterina Caselli, entrambe su storie d'amore, sono state bocciate. Devo dire per fortuna, visto che le avevano riviste dei parolieri, come amano chiamarsi, e ci avevano messo dentro dei versi vergognosi. Di recente anche una sui migranti, anche questa bocciata. L'ha cantata Enzo Iacchetti in un suo disco.

"I migranti sono un tema divisivo", ha aggiunto Zoro, "forse meglio una canzone d'amore". Al che Guccini ha risposto: "Beh, se sono buone come qualcosa in Lombardia, di quelle deliziose, va bene. Ma più che brutte, a volte escono canzoni d'amore inutili".

Canzoni da intorno, l'ultimo album non in streaming

"Le canzoni ormai sono dimenticate, non sono più capace di scrivere le canzoni. Non canto e nemmeno suono" aveva esordito così Francesco Guccini, al centro dello studio di Propaganda Live, pronto per una delle sue rare interviste. Il noto cantautore, 10 anni dopo il suo ultimo album "L'ultima Thule" e un paio di inediti presenti in altrettanti album omaggio, ha presentato il suo album Canzoni da intorto, che si può ascoltare solo in cd e in vinile. Un album in cui si rileggono canzoni di terzi, senza che si possa ascoltare sulle piattaforme di streaming. Un album che si propone come concept la resistenza al potere, ma soprattutto, come ha spiegato lo stesso Guccini, i perdenti e tra gli autori ha artisti e intellettuali come Franco Amodei, Franco Fortini ed Enzo Jannacci e brani come "Morti di Reggio Emilia", "Addio Lugano" o "Quella cosa in Lombardia".

65 CONDIVISIONI
711 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views