La novità del sondaggio realizzato da Swg per La7, considerando le intenzioni di voto in vista delle elezioni europee 2019, riguarda soprattutto i due partiti di governo. Con il primo consistente calo della Lega nelle rilevazioni, a tutto vantaggio del Movimento 5 Stelle che riconquista il secondo posto, scavalcando – dopo una settimana – il Partito Democratico. Tra gli altri partiti, risulta essere in risalita Forza Italia, mentre perde qualcosa Fratelli d’Italia. La Lega rimane comunque saldamente in testa, con il 30,7% dei voti: lo 0,9% in meno rispetto allo scorso lunedì, quando il Carroccio si avvicinava al 32%.

Lo 0,9% perso della Lega viene invece recuperato dal Movimento 5 Stelle che passa, in sette giorni, dal 21,8% al 22,7%. Tornando, quindi, davanti al Pd in continui sorpassi e controsorpassi che vanno ormai avanti da settimane. I dem, invece, perdono qualcosa, passando dal 22,5% al 22,2%. Come detto, in leggero recupero Forza Italia che guadagna lo 0,3% e si attesta al 9,1%. Fratelli d’Italia rimane al di sopra della soglia di sbarramento, con il 4,6%, nonostante il calo dello 0,4% in sette giorni. Per quanto riguarda gli altri partiti, troviamo La Sinistra al 2,8% (era al 3,1%), +Europa con Italia in Comune al 2,7% (era al 2,9% una settimana fa) ed Europa Verde all’1,8% (in leggera risalita dello 0,3%).

La tenuta del governo nei sondaggi

Agli intervistati viene inoltre chiesto un parere sulle prospettive del governo. Nello specifico, gli elettori che pensano che il governo cadrà dopo le elezioni europee 2019 o, comunque, nel 2020, sono il 61% del totale. Al contrario, per il 39% del campione, l’esecutivo formato da Lega e Movimento 5 Stelle durerà per tutta la legislatura, ovvero altri quattro anni fino al 2023. Questo dato, comunque, è in calo rispetto a pochi mesi fa: a novembre del 2018, infatti, il 44% degli intervistati riteneva che questo governo avrebbe potuto concludere la legislatura.