Un'adolescente di 14 anni che era stata drogata e sequestrata è stata localizzata e tratta in salvo dalla polizia a San Jose, nel nord della California, grazie all'applicazione Snapchat che aveva installata sul suo telefono. Le forze dell’ordine hanno spiegato che "la vittima aveva usato il suo account Snapchat per notificare agli amici che era stata rapita e non sapeva dove si trovava". Gli amici della ragazzina  hanno quindi determinato la sua posizione utilizzando l'applicazione Snapchat e hanno dato l'allarme al 911.

Una volta arrivata al motel dove era chiusa l'adolescente, la polizia ha identificato un sospetto che usciva da una stanza e ha scoperto la vittima all'interno. Le indagini hanno rivelato che il sospetto, uno uomo di 55 anni, aveva incontrato la giovane poco prima in una piccola città vicina e le aveva somministrato delle sostanze per renderla incosciente. L’uomo avrebbe poi chiamato due presunti complici per aiutarlo a trasportare la vittima, che ha anche violentato, secondo la polizia. I tre uomini sono stati tutti arrestati.