Un dramma si è consumato domenica scorsa in Messico, in un piccolo centro nella provincia di Oaxaca, San Agustin de las Juntas. Un bambino di dieci anni ha perso la vita mentre stava giocando con un amico in un campetto di calcio. La tragedia si è consumata quando i due bambini hanno deciso di saltare e arrampicarsi sulla traversa di una porta. I due amici, come si vede chiaramente nelle immagini delle telecamere di sicurezza, hanno iniziato a dondolarsi con le braccia sulla traversa della porta che però a un certo punto è crollata e, ribaltandosi, ha schiacciato uno dei due bambini uccidendolo. L’altro bambino, fortunatamente, non è stato colpito dalla traversa e subito si è alzato e si è allontanato.

Inutile la corsa in ospedale per il bambino – Il piccolo rimasto schiacciato dalla traversa invece è rimasto esamine a terra: immediatamente alcuni adulti presenti lo hanno raggiunto e un’ambulanza lo ha trasportato d’urgenza in ospedale. Ma i medici, secondo quanto ricostruiscono le cronache locali, non hanno potuto far nulla per salvarlo. Il bambino è morto durante il tragitto per arrivare in ospedale. Le autorità locali hanno aperto un'indagine sul caso. Decisive per chiarire la dinamica dell’accaduto le immagini registrate da alcune telecamere di sicurezza. Intanto sui social monta la polemica: “Si può anche parlare di poca sicurezza, ma ad uccidere quel bambino non è stata la porta del campetto, ma chi avrebbe dovuto vigilare, a cominciare dai genitori”, ha scritto qualcuno.