Un bambino di circa sei anni che guida un’automobile lungo l’autostrada ad alta velocità. È quanto si vede in un video apparso sui social che ha messo nei guai Agina Altynbayeva, una donna russa di ventinove anni mamma del piccolo al volante. Secondo quanto riportano i media locali, la mamma è stata indagata dalla polizia e dai servizi di assistenza all’infanzia. Avrebbe messo suo figlio al volante della sua Hyundai Solaris su un’autostrada deserta nella regione del Tatarstan. Nel filmato è evidente che il guidatore non ha l’età minima per poter guidare e inoltre viaggia a circa 130 km/h, una velocità superiore a quella prevista dal codice della strada. A quanto emerso, la mamma ha reagito con rabbia alle critiche ricevute per il video: “Vivo come voglio. Non mi pento di nulla, sono calma per tutto. Non ho bisogno dei tuoi giudizi”, avrebbe commentato. E ancora: “Non hai provato a vivere la mia vita. Non hai il diritto di giudicarmi. Sono orgogliosa che i miei figli possano facilmente guidare una macchina”.

La donna verrà ascoltata dalla polizia – La donna avrebbe inoltre spiegato di aver consentito ai figli di guidare e sta insegnando loro anche a sparare come compensazione per l’assenza del padre dalla casa di famiglia. “Adoro ogni minuto di questa vita trascorsa con i miei ragazzi. Mi piace tanto essere una madre. Mi piace passare tutto il mio tempo solo con i miei amati figli”, ha detto. Intanto è stata avviata un’indagine dopo la diffusione del video col bambino al volante. La mamma verrà ascoltata dalla polizia e, secondo quanto riferito dal portavoce del ministero degli interni, sicuramente verranno prese delle misure.