Cecil Chao ha rinunciato a convertire la figlia lesbica. Si tratta del miliardario cinese che aveva offerto ben 100 milioni di euro all’uomo che fosse riuscito a far cambiare idea a sua figlia Gigi, orgogliosamente omosessuale e sposata in Francia con una donna alla quale deve “la sua serenità”. “Per il momento ritiro l’offerta”, ha detto il tycoon di Hong Kong in un’intervista alla Cnn. La donna aveva scritto a suo padre una lettera aperta pubblicata sul South China Morning Post: una lettera nella quale la 33enne pregava il padre di rinunciare nella sua “missione” e di prendere atto del suo amore nei confronti della compagna. Gigi aveva insomma chiesto a suo padre di “smetterla di cercargli un marito”. “Caro papà – con queste parole la donna si era rivolta al genitore – credo che questo sia il momento giusto per parlarti con sincerità. Io ti amo molto, sono orgogliosa di aver un padre come te. So che è difficile per te comprendere come io possa sentirmi attratta da una donna e credo di non essere neanche in grado di spiegarlo. Semplicemente accade, gentilmente e pacificamente”.

Il miliardario si è arresto dopo la lettera della figlia – E di fronte alle parole d’amore della figlia, il miliardario è tornato sui suoi passi e ha deciso di rinunciare all’offerta di 100 milioni di euro a un eventuale genero. “Se è quello che vuole – ha fatto sapere l’uomo – rispetto la sua scelta anche se non ne sono felice”. Il miliardario ha comunque sottolineato che la sua “rinuncia” non significa che è disposto ad accogliere la compagna della figlia nella sua famiglia: “Non ho intenzione di mescolare la mia vita con la sua”.