2.504 CONDIVISIONI
30 Novembre 2010
21:14

Giornata Mondiale contro l’Aids 2010: accendi la tua bacheca su Facebook

1 Dicembre 2010: giornata mondiale per la lotta contro l’Aids. Fanpage sostiene la campagna Light For Rights e accende le lampadine sulle bacheche di Facebook, diffondendo le immagini con gli slogan degli ultimi 20 anni di campagne pubblicitarie volte alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica.
A cura di Eleonora D'Amore
2.504 CONDIVISIONI

Il 1 Dicembre è da sempre visto come l'inizio di un mese e il principio di una battaglia molto importante, da segnare in calendario e ripetere ogni anno con convinzione sempre maggiore. Parliamo della Lotta contro l'Aids, una malattia ancora molto presente nel mondo nonostante le tantissime campagne pubblicitarie, volte a sensibilizzare i giovani verso la prevenzione.

Fanpage crede nella lotta e nella forza che i social media possono darle, unendo ogni singola voce della rete. Parte oggi la campagna di Fanpage su Facebook al suon di "Accendi la tua bacheca contro l'Aids" con una delle lampadine di Light For Right, l'iniziativa 2010 contro l'Aids, partita in America nelle ultime settimane.

La lampadina richiama il concetto di luce, "Luce sui diritti" (Light for Rights appunto!), e sottolinea la necessità di rimarcare i diritti di ogni singola persona sieropositiva, di darle sostegno e dignità, di accompagnarla nel buio della sua malattia con una piccola luce di speranza. Tutto questo è racchiuso nell'usuale nastro rosso che alimenta la lampadina, da anni simbolo della lotta, che le permette di accendersi e illuminare le vostre bacheche.

Non sempre si è disposti a vedere l'Aids come un problema a noi vicino, spesso ci basta pensare che con le dovute precauzioni e una buona prevenzione possiamo essere immuni da questo male. Non è proprio così, forse possiamo non essere "contagiati" dal virus ma non possiamo mostrarci indifferenti di fronte al problema, di fronte ai 5,7 milioni di sudafricani ancora sieropositivi, di fronte alla cattiva educazione sessuale dei giovani o di fronte alla superficialità degli adulti nell'avere rapporti occasionali non protetti.

La Lila, la Lega Italiana Lotta Aids, stima che "Ogni due ore si registra una nuova infezione da Hiv, oltre 4 mila ogni anno, e per la stragrande maggioranza sono dovute a rapporti sessuali non protetti. Nonostante questo, e nonostante i dati in crescita per tutte le altre malattie a trasmissione sessuale, sui condom in Italia non si fa informazione ne' promozione!". Un problema per tutti ma che resta ai margini, forse perchè continua ad essere sottovalutato. Strano a dirsi: i dati sui nuovi contagi ci avvertono che sono circa 3500/4000 l'anno e che sono costellati in netta minoranza da tossicodipendenti (il 10%) e da una schiacciante maggioranza di eterosessuali (45%).

Anche le star hanno voluto partecipare alla Giornata Mondiale contro l'Aids: Lady Gaga con Alicia Keys hanno cancellato i profili su Facebook e Twitter per simulare una "morte virtuale", dalla quale possono risvegliarle solo i loro fan con delle donazioni online o telefoniche. La missione è cumulare la cifra tonda di 1 milione di dollari, riportando così in vita le amatissime pop-star e dando un sostegno concreto alla ricerca.

Oltre alle cantanti, scendono in campo anche le attrici, del calibro di Monica Bellucci e Vanessa Paradis, bellissime nel Calendario 2011 contro l'Aids. I 12 scatti sono stati organizzati dal noto brand L'Oreal ed hanno come protagonisti assoluti i capelli e le acconciature, ben adattati ai volti delle testimonial, che per una volta hanno stravolto i loro look e giocato con le loro capigliature.

Rendiamoci partecipi di questa giornata e diffondiamo un messaggio positivo sulle nostre bacheche: tutti uniti contro l'Aids!

2.504 CONDIVISIONI
Giornata mondiale contro l'omotransfobia: in Italia non c'è niente da festeggiare
Giornata mondiale contro l'omotransfobia: in Italia non c'è niente da festeggiare
Giornata contro l'omofobia, Mattarella: "Non si possono derogare diritti e uguaglianza"
Giornata contro l'omofobia, Mattarella: "Non si possono derogare diritti e uguaglianza"
La tecnologia al servizio della biodiversità
La tecnologia al servizio della biodiversità
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni