Andrei Filin, un cittadino russo, ha ottenuto il diritto di indossare uno scolapasta in testa nella fotografia utilizzata per i documenti di identità: l'uomo, infatti, si definisce seguace "pastafariano" – una sorta di religione "satirica" – ed ha rivendicato il suo diritto di culto sostenendo che se un ebreo è libero di indossare la kippa e una donna musulmana il velo, allora lui deve poter indossare liberamente uno scolapasta…

La notizia potrà sembrare una sciocchezza ma è stata riportata anche dalla BBC e, soprattutto, si fonda su "solide basi" teoriche. Il pastafarianesimo, infatti,  è una religione anche chiamata Flying Spaghetti Monsterism che fu fondata da Bobby Henderson, laureatosi in fisica all'Oregon State University, come forma di protesta contro la decisione del consiglio per l'istruzione del Kansas di insegnare il creazionismo nei corsi di scienze come un'alternativa alla teoria dell'evoluzione. Per questa ragione Henderson scrisse una lettera al Kansas State Board of Education professando di credere ad un Dio somigliante a degli spaghetti con polpette. Secondo lo scienziato se era valida la teoria creazionista doveva esserlo altrettanto quella del pastafarianesimo, e per questo egli aveva diritto a insegnare le sue bislacche teorie nelle scuole.