19 Settembre 2020
17:59

Viterbo, ragazza di 21 anni precipita da un palazzo: è grave

Momenti di apprensione per una ragazza di 21 anni che è precipitata dalla finestra al terzo piano di un palazzo in zona San Francesco a Viterbo. La giovane, grave, è finita al Bel Colle, in prognosi riservata con politrauma. Stanotte a Montesacro un uomo di 47 anni ha tentato il suicidio, ma i carabinieri lo hanno salvato.
A cura di Alessia Rabbai

Una ragazza di ventuno anni è precipitata da un palazzo in zona San Francesco a Viterbo. I fatti sono accaduti nella notte tra il 18 e il 19 settembre. Secondo le informazioni apprese erano circa le ore 4 quando la giovane, per cause non note e ancora in corso d'accertamento, è caduta da una finestra al terzo piano. Un volo di diversi metri. Ricevuta la segnalazione al Numero Unico delle Emergenze 112, sul posto è arrivato il personale sanitario, che l'ha soccorsa e trasportata all'ospedale Bel Colle del capoluogo dell'Alto Lazio in ambulanza in codice rosso. Arrivata al pronto soccorso la giovane è stata ricoverata. Da quanto si apprende le sue condizioni di salute sono gravi. È ricoverata in Rianimazione con traumi in diverse parti del corpo, la prognosi è riservata. Presenti per gli accertamenti del caso i carabinieri.

Tenta il suicidio a Montesacro, salvato dai carabinieri

Sempre stanotte, un uomo di quarantasette anni ha tentato il suicidio, sporgendosi da una finestra al sesto piano di un palazzo nella zona di Montesacro a Roma. In suo soccorso sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Montesacro e dell'8 Reggimento Lazio, che lo hanno salvato. Un volo di circa trenta metri quello che sono riusciti ad evitare i militari che facesse il quarantesettenne, facendolo desistere dal suo intento di togliersi la vita. Sul posto inoltrata la telefonata al Numero Unico delle Emergenze 112, è arrivato anche il personale sanitario che lo ha soccorso e trasportato in ambulanza all'ospedale. Alla base del gesto ci sarebbero motivi personali e una grave depressione.

Si suicida lanciandosi nel Tevere

Ieri pomeriggio i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere di un uomo che si è lanciato nel fiume da Lungotevere Arnaldo da Brescia. Un'operazione che è durta diverse ore, nella speranza di ritrovare l'uomo vivo, ma che è culminata in tragedia. Il corpo ormai privo di vita è stato recuperato in acqua, a diversi metri di profondità, poco distanete dal punto della segnalazione.

Precipita nell'ascensore del palazzo occupato: non sarebbe un suicidio, si indaga per omicidio
Precipita nell'ascensore del palazzo occupato: non sarebbe un suicidio, si indaga per omicidio
Incidente stradale nel Salernitano, madre muore nell'impatto, grave la figlia di 2 anni
Incidente stradale nel Salernitano, madre muore nell'impatto, grave la figlia di 2 anni
Bambina di 5 anni positiva al Covid ricoverata in ospedale
Bambina di 5 anni positiva al Covid ricoverata in ospedale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni